La Honda porta in Canada il motore evoluto per la Toro Rosso

condividi
commenti
La Honda porta in Canada il motore evoluto per la Toro Rosso
Di: Franco Nugnes
06 giu 2018, 13:56

La Casa giapponese ha confermato per voce del il direttore tecnico, Toyoharu Tanabe, che le due STR13 di Gasly e Hartley potranno contare su un 6 cilindri più potente. Si parla di 27 cavalli.

Toyoharu Tanabe, Direttore Tecnico F1, Honda
Motore Honda RA618H
Cofano motore di Pierre Gasly's Toro Rosso STR13 Honda

Anche la Honda ha deciso di portare il motore evoluto nel GP del Canada per cui i due piloti della Toro Rosso, Pierre Gasly e Brandon Hartley, disporranno di un nuovo propulsore che sarà già il terzo per entrambi i conduttori sebbene si sia giunti solo alla settima gara delle ventuno che sono in calendario.

Stando alle indiscrezioni si dovrebbe trattare di un salto di qualità importante che dovrebbe valere circa 27 cavalli. La Casa giapponese ha sottolineato che non ha alcuna intenzione di mettere a repentaglio l’affidabilità nel perseguimento delle prestazioni, ma, prima della gara di Montreal, il direttore tecnico Toyoharu Tanabe ha confermato che l’evoluzione sarà disponibile e che il lavoro di sviluppo, in particolare, ha riguardato la camera di combustiobe del propulsore termico.

"Stiamo introducendo una power unit aggiornata per questo evento, che sarà disponibile per entrambe le monoposto", ha detto Tanabe.

"Le novità riguardano principalmente il 6 cilindri: ci siamo concentrati alla ricerca delle prestazioni Il circuito di Montreal è noto per i suoi lunghi rettilinei, dove si sta con il motore a pieno regime per oltre il 60% del giro”.

"Inoltre ci sono delle curve lente dopo i lunghi rettilinei dove serve, invece, una buona guidabilità per cui diventa molto importante una pronta risposta del turbo”.

"Tutte queste caratteristiche evidenziano come il propulsore sia uno degli elementi chiave in Canada ed è il motivo per cui è tradizionalmente la sede dove i motoristi sono soliti introdurre degli aggiornamenti."

La Red Bull userà il Gran Premio del Canada per valutare le prestazioni del nuovo propulsore Honda rispetto al suo attuale fornitore che è la Renault, dal momento che sta valutando se cambiare il motore nel 2019.

La Casa francese porterà le sue novità a Montreal, ma il team di Milton Keynes potrebbe non usufruirne poiché le unità usate finora sulle RB14 non soo ancora arrivate al limite del chilometraggio.

Articolo successivo
Honda: è Axel Wendorff il nuovo capo degli ingegneri

Articolo precedente

Honda: è Axel Wendorff il nuovo capo degli ingegneri

Articolo successivo

Rivoluzione caschi: ecco quali sono le nuove regole dettate dalla FIA

Rivoluzione caschi: ecco quali sono le nuove regole dettate dalla FIA
Carica i commenti