La FIA vuole espandere il controllo elettronico dei track limits

condividi
commenti
La FIA vuole espandere il controllo elettronico dei track limits
Di:
Tradotto da: Matteo Nugnes
5 set 2019, 09:45

La FIA vuole aumentare l'utilizzo del controllo elettronico dei limiti della pista nel tentativo di dissuadere definitivamente i piloti dal cercare un vantaggio.

Il sistema utilizzato al Raidillon per il Gran Premio del Belgio, che avrebbe portato alla cancellazione del tempo per chi abusava dei track limits in quel punto, si è rivelato un successo perché nessun pilota lo ha attivato per tutto il fine settimana.

Il direttore di gara Michael Masi ritiene che l'uso della tecnologia elettronica per valutare meglio le infrazioni ai limiti della pista, implementandolo anche in altre curve del Mondiale.

"Ci sono dei piani per usarlo in altre aree, possibilmente anche con scopi diversi" ha detto. "Esistono alcune soluzioni diverse per alcune aree diverse, a seconda del tipo di curva. Penso che in F1 nessuno abbia attivato il sistema per tutto il fine settimana".

"Penso che dobbiamo utilizzare di più questi sistemi elettronici, perché sembra che riescano a convincere i piloti a non avvicinarsi!".

Masi aveva anticipato ai piloti che i tempi sarebbero stati cancellati sia nelle prove libere che in qualifica, in maniera tale che tutto fosse stato coerente e che avessero modo di prendere le misure.

Ma non è detto che la cosa debba essere necessariamente gestita così su tutti i tracciati, perché spesso la criticità di un punto può essere evidenziata durante le prove libere del venerdì.

"Una delle cose che abbiamo appreso quest'anno è che le aree in cui ci sono stati dei problemi di track limits nel 2018 non sono le stesse del 2019. E alcune che non lo sono mai state in passato, lo sono diventate oggi" ha spiegato Masi. "Penso che sia dovuto al miglioramento delle vetture".

"Un elemento di questo è anche vedere cosa succede nelle prove libere del venerdì. Quindi se c'è un cambiamento, ne abbiamo discusso nel briefing dei piloti, modificando le cose successivamente".

"Non vorrei dire che esiste una soluzione adatta od ogni situazione, possiamo solo osservare ogni circuito ed ogni circostanza".

Articolo successivo
Montezemolo: "I miei 19 titoli sono una speranza per il futuro"

Articolo precedente

Montezemolo: "I miei 19 titoli sono una speranza per il futuro"

Articolo successivo

Video, 90 anni di emozioni: la grande festa Ferrari a Milano

Video, 90 anni di emozioni: la grande festa Ferrari a Milano
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Formula 1
Autore Jonathan Noble