Formula 1
24 ott
-
27 ott
Evento concluso
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
14 nov
-
17 nov
Evento concluso
28 nov
-
01 dic
Evento concluso
12 mar
-
15 mar
Prossimo evento tra
90 giorni
G
GP del Bahrain
19 mar
-
22 mar
Prossimo evento tra
97 giorni
G
GP del Vietnam
02 apr
-
05 apr
Prossimo evento tra
111 giorni
G
GP della Cina
16 apr
-
19 apr
Prossimo evento tra
125 giorni
30 apr
-
03 mag
Prossimo evento tra
139 giorni
07 mag
-
10 mag
Prossimo evento tra
146 giorni
21 mag
-
24 mag
Prossimo evento tra
160 giorni
G
GP d'Azerbaijan
04 giu
-
07 giu
Prossimo evento tra
174 giorni
G
GP del Canada
11 giu
-
14 giu
Prossimo evento tra
181 giorni
G
GP di Francia
25 giu
-
28 giu
Prossimo evento tra
195 giorni
02 lug
-
05 lug
Prossimo evento tra
202 giorni
G
GP di Gran Bretagna
16 lug
-
19 lug
Prossimo evento tra
216 giorni
G
GP d'Ungheria
30 lug
-
02 ago
Prossimo evento tra
230 giorni
G
GP del Belgio
27 ago
-
30 ago
Prossimo evento tra
258 giorni
03 set
-
06 set
Prossimo evento tra
265 giorni
G
GP di Singapore
17 set
-
20 set
Prossimo evento tra
279 giorni
24 set
-
27 set
Prossimo evento tra
286 giorni
G
GP del Giappone
08 ott
-
11 ott
Prossimo evento tra
300 giorni
G
GP degli Stati Uniti
22 ott
-
25 ott
Prossimo evento tra
314 giorni
G
GP del Messico
29 ott
-
01 nov
Prossimo evento tra
321 giorni
G
GP del Brasile
12 nov
-
15 nov
Prossimo evento tra
335 giorni
G
GP da Abu Dhabi
26 nov
-
29 nov
Prossimo evento tra
349 giorni

Jean Todt dà speranza: "Schumacher lotta ancora, spero di venire a un GP con lui"

condividi
commenti
Jean Todt dà speranza: "Schumacher lotta ancora, spero di venire a un GP con lui"
Di:
, Motorsport.com Switzerland
14 ott 2019, 12:52

Il numero uno della FIA è tornato a parlare del suo grande amico Michael Schumacher in un'intervista a La Repubblica dando speranza per il futuro.

Michael Schumacher, Ferrari
Michael Schumacher, Ferrari, Ross Brawn, direttore tecnico, Ferrari
Michael Schumacher, Ferrari F1 2000, Campione del Mondo
Fernando Alonso e Michael Schumacher si congratulano l'uno con l'altro
Fernando Alonso, Michael Schumacher
Gerhard Berger, Ferrari and Jean Todt in the Ferrari garage
Jean Todt, Presidente FIA, parla con Kimi Raikkonen, Ferrari, in griglia di partenza
Kimi Raikkonen, Ferrari on the grid with Jean Todt, FIA President and wife Michelle Yeoh
Mika Hakkinen, Mclaren MP4-15, Michael Schumacher, Ferrari F1 2000, Campione
Podio: il vincitore della gara Michael Schumacher, Ferrari, il secondo classificato Ralf Schumacher, BMW Williams, il terzo classificato Juan-Pablo Montoya, BMW Williams
Michael Schumacher, Ferrari
Michael Schumacher, Ferrari
Michael Schumacher, Ferrari
Michael Schumacher, Ferrari
Michael Schumacher, Ferrari

Il binomio Jean Todt-Michael Schumacher per anni è stato garanzia di successo. Il duo in Ferrari ha conquistato praticamente tutto ciò che c'era da vincere distruggendo la concorrenza gara dopo gara.

Il rapporto tra i due, sempre stupendo, ha travalicato sin dai primi anni i confini delle piste per spostarsi nel privato. Todt, infatti, è sempre stato molto legato a Schumi anche nelle propria vita quotidiana, tanto che i due hanno spesso condiviso anche le vacanze con le proprie famiglie.

Proprio questo forte legame che perdura tra loro ha portato oggi il numero uno della FIA ad essere uno dei pochissimi uomini al mondo che è a conoscenza dell'effettivo stato di salute del tedesco.

Leggi anche:

In una recente intervista al quotidiano La Repubblica, Todt, trattando l'argomento ha così affermato: "Non c'è una notizia in merito, solo il fatto che Michael sta lottando per migliorare ogni giorno la situazione. Noi dobbiamo accompagnarlo in questa lotta e supportare la sua famiglia. Dobbiamo aiutarli, rispettando però i loro desideri".

Il francese ha parlato anche del ricovero a Parigi: "Purtroppo chi non conosce parla. Sono davvero stupito che quando è venuto a Parigi per un controllo alcune persone che avrebbero dovuto privilegiare il segreto medico abbiano divulgato alcune informazioni all'esterno. Auguriamoci che ci saranno dei miglioramenti continui".

Il vincitore Michael Schumacher, Ferrari, indossa una fascia nera sul braccio in segno di rispetto per sua madre, venuta a mancare il giorno stesso
Toto Wolff, Executive Director (Business), Mercedes AMG, guarda le Qualifiche con Jean Todt, President, FIA

Todt ha poi confermato quanto già raccontato qualche mese fa: "Ho detto la verità, vedo alcuni GP con lui in TV e spero che un giorno potremo andare insieme ad una gara. Io e la sua famiglia abbiamo contatti quotidiani. Stasera andrò a Ginevra a vederlo. Sappiamo che ha avuto un incidente che ha lasciato delle tracce, ma questa è una cosa privata".

L'ex team principal Ferrari non ha condannato però i tanti fan che ogni giorno cercano di carpire notizie sullo stato di salute di Schumacher: "Normale che sia così, stiamo parlando di una leggenda dell'automobilismo. Non è ingiusto volergli bene o voler sapere di lui, ma spetta alla famiglia decidere cosa vuole far sapere all'esterno. Stanno cercando di proteggere la vita privata di Michael come lui ha sempre voluto. Mick lo conosco da quando era un bambino, lo adoro, è intelligente e ben educato. Lui è il frutto dell'ottimo lavoro dei suoi genitori. Lasciamolo lavorare in pace, il cognome è pesante, ma con la visiera calata diventa come tutti gli altri: si dimentica di tutto".

Podio: il vincitore della gara Michael Shumacher, Ferrari con Jean Todt, Ferrari

Podio: il vincitore della gara Michael Shumacher, Ferrari con Jean Todt, Ferrari

Photo by: Ercole Colombo

Articolo successivo
Kubica polemico: "Chi ha deciso di togliermi l'ala nuova?"

Articolo precedente

Kubica polemico: "Chi ha deciso di togliermi l'ala nuova?"

Articolo successivo

Regole 2021: c'è una proposta dei team per le wing car

Regole 2021: c'è una proposta dei team per le wing car
Carica i commenti