Investigazione Leclerc: Masi spiega perché è stata riaperta

condividi
commenti
Investigazione Leclerc: Masi spiega perché è stata riaperta
Di:
14 ott 2019, 09:09

Il direttore di gara della F1 spiega perché la Direzione Gara abbia prima deciso di non investigare l'incidente tra Leclerc e Verstappen al primo giro, poi di discutere il caso e penalizzare il ferrarista.

Il contatto avvenuto tra Charles Leclerc e Max Verstappen al primo giro del Gran Premio del Giappone ha portato la Direzione Gara a prendere nota dell'accaduto e, in un primo momento, ad annunciare il "No investigation necessary", dunque la non necessità di investigare sul contatto tra la Ferrari SF90 numero 16 e la Red Bull RB15 numero 33.

Poi, la Direzione Gara ha messo sotto inchiesta la manovra di Leclerc e questa ha portato alla penalità di 5" nei suoi confronti per l'incidente causato e per aver danneggiato Verstappen.

Una procedura che ha lasciato interdetti, perché l'investigazione nei confronti di Leclerc è arrivata dopo la notifica della non necessità di farlo, segnalata in un primo momento dopo l'accaduto.

 

A spiegare quanto accaduto in quelle fasi è stato il direttore di gara della F1, Michael Masi: "Abbiamo potuto controllare e verificare nuove prove che, in un primo momento, non avevamo a disposizione. Così la Direzione Gara ha scelto di riaprire l'investigazione".

"E' chiaro che la non necessità di investigare comunicata all'inizio è stata data dalle prime prove a disposizione della Direzione Gara".

"Poi, hanno avuto altri filmati che prima non avevano. Per questo hanno avuto il diritto di ripensare alla loro decisione, perché avevano nuovi elementi. Per questo hanno riaperto l'investigazione".

Scorrimento
Lista

Max Verstappen, Red Bull Racing RB15 in testacoda dopo il contatto con Charles Leclerc, Ferrari SF90

Max Verstappen, Red Bull Racing RB15 in testacoda dopo il contatto con Charles Leclerc, Ferrari SF90
1/14

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB15, precede Charles Leclerc, Ferrari SF90

Max Verstappen, Red Bull Racing RB15, precede Charles Leclerc, Ferrari SF90
2/14

Foto di: Simon Galloway / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF90, precede Charles Leclerc, Ferrari SF90

Sebastian Vettel, Ferrari SF90, precede Charles Leclerc, Ferrari SF90
3/14

Foto di: Simon Galloway / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari

Charles Leclerc, Ferrari
4/14

Foto di: Simon Galloway / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF90, precede Max Verstappen, Red Bull Racing RB15

Charles Leclerc, Ferrari SF90, precede Max Verstappen, Red Bull Racing RB15
5/14

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF90

Charles Leclerc, Ferrari SF90
6/14

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB15, precede Charles Leclerc, Ferrari SF90

Max Verstappen, Red Bull Racing RB15, precede Charles Leclerc, Ferrari SF90
7/14

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Valtteri Bottas, Mercedes AMG W10, precede Sebastian Vettel, Ferrari SF90, Charles Leclerc, Ferrari SF90, e Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10

Valtteri Bottas, Mercedes AMG W10, precede Sebastian Vettel, Ferrari SF90, Charles Leclerc, Ferrari SF90, e Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10
8/14

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF90 lotta con Max Verstappen, Red Bull Racing RB15

Charles Leclerc, Ferrari SF90 lotta con Max Verstappen, Red Bull Racing RB15
9/14

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF90, lotta con Max Verstappen, Red Bull Racing RB15, nel giro d'apertura

Charles Leclerc, Ferrari SF90, lotta con Max Verstappen, Red Bull Racing RB15, nel giro d'apertura
10/14

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB15 in testacoda dopo un contatto con Charles Leclerc, Ferrari SF90

Max Verstappen, Red Bull Racing RB15 in testacoda dopo un contatto con Charles Leclerc, Ferrari SF90
11/14

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Valtteri Bottas, Mercedes AMG W10 precede Sebastian Vettel, Ferrari SF90, Charles Leclerc, Ferrari SF90, Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10 e Max Verstappen, Red Bull Racing RB15, alla partenza della gara

Valtteri Bottas, Mercedes AMG W10 precede Sebastian Vettel, Ferrari SF90, Charles Leclerc, Ferrari SF90, Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10 e Max Verstappen, Red Bull Racing RB15, alla partenza della gara
12/14

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari, durante la drivers parade

Charles Leclerc, Ferrari, durante la drivers parade
13/14

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Valtteri Bottas, Mercedes AMG W10, precede Sebastian Vettel, Ferrari SF90, Max Verstappen, Red Bull Racing RB15, Charles Leclerc, Ferrari SF90, Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10, Carlos Sainz Jr., McLaren MCL34, Lando Norris, McLaren MCL34, alla partenza

Valtteri Bottas, Mercedes AMG W10, precede Sebastian Vettel, Ferrari SF90, Max Verstappen, Red Bull Racing RB15, Charles Leclerc, Ferrari SF90, Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W10, Carlos Sainz Jr., McLaren MCL34, Lando Norris, McLaren MCL34, alla partenza
14/14

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Articolo successivo
Alfa Romeo: Giovinazzi paga le strategie pro Raikkonen

Articolo precedente

Alfa Romeo: Giovinazzi paga le strategie pro Raikkonen

Articolo successivo

Binotto fa quadrato sui piloti e promuove la Rossa

Binotto fa quadrato sui piloti e promuove la Rossa
Carica i commenti