Il GP di Turchia di F1 sarà a porte chiuse

L'incremento dei casi di Coronavirus in Europa hanno spinto gli organizzatori dell'Istanbul Park e il governo locale a procedere con la gara a porte chiuse.

Il GP di Turchia di F1 sarà a porte chiuse

Il Gran Premio di Turchia di Formula 1 si svolgerà senza pubblico.

I capi dell'Istanbul Park speravano di avere 100.000 fan sulle tribune al ritorno del circus sul tracciato il 15 novembre, ma l'incremento dei casi di Coronavirus in Europa hanno causato l'inevitabile marcia indietro.

Lunedì mattina il governo locale, dopo attente analisi, ha infatti optato per la chiusura delle porte all'evento con il seguente comunicato.

"Nell'ambito degli sforzi per combattere l'epidemia di Coronavirus, e in accordo con la raccomandazione del Comitato Provinciale Pandemico di Istanbul, il Gran Premio di Turchia di F1 si terrà senza spettatori".

Le aspettative iniziali riguardo al pubblico erano forse state molto ottimistiche, ma in pochissime ore erano comunque stati venduti già 40.000 biglietti.

Vural Ak, Presidente del promoter Intercity, ha detto che c'erano i presupposti per arrivare ai 100.000.

"Stavamo programmando posti per 220.000 persone, ma le circostanze attuali del COVID-19 non ce lo permettono - spiega il turco - Prima di noi non c'era alcun proprietario della nostra organizzazione. Siamo gente appassionata ed entusiasta di questo sport, e possiamo organizzare tutto con successo, ma come sapete c'è il COVID-19. Per questo speravamo in almeno 100.000 presenze".

La F1 ha recentemente riaperto i GP: al Mugello erano in 3000 sugli spalti, in Russia 30.000 a giorno, ma anche Nurburgring, Portimao ed Imola sarebbero a porte aperte.

La Turchia è stato uno dei pochi Paesi europei ad essere esentato dalle restrizioni di quarantena britanniche, ma è stato aggiunto la scorsa settimana fra quelli che preoccupano sulla reale portata delle infezioni nel Paese.

L'ultimo GP ad Istanbul fu nel 2011 e quest'anno si è assicurato un posto nel calendario per avere un programma completo.

condividi
commenti
Imola: ecco il protocollo "a petali" per il GP d'Emilia Romagna
Articolo precedente

Imola: ecco il protocollo "a petali" per il GP d'Emilia Romagna

Articolo successivo

Hamilton testimonial dell'elettrico di Mercedes

Hamilton testimonial dell'elettrico di Mercedes
Carica i commenti