Il circuito di Adelaide è salvo, non sarà demolito

Per un solo voto a favore il consiglio comunale di Adelaide ha deciso di mantenere lo storico tracciato sito all'interno del parco. Almeno per il momento...

Il circuito di Adelaide è salvo, non sarà demolito

Negli scorsi giorni il Victoria Park di Adelaide, precedentemente utilizzato per il famoso circuito cittadino di Formula 1 e Supercars, è stato a rischio chiusura a seguito di una proposta di riqualificazione dell'area in uno spazio più verde.

La proposta "Reimagining Victoria Park" è stata esposta durante una riunione del consiglio comunale di Adelaide ieri sera, con il professor Doug McEvoy che ha parlato di una "grande minaccia per l'amenità pubblica di Victoria Park, a causa del surriscaldamento in estate dovuto al cambiamento climatico e alla mancanza di alberi".

Secondo McEvoy la soluzione è quella di aumentare il numero di alberi e "rimuovere quante più superfici dure è possibile".

Dopo aver subìto un contraccolpo pubblico nei giorni scorsi, il consigliere Greg Mackie ha proposto una mozione alternativa al consiglio per aumentare il verde presente nel parco proteggendo al contempo gli elementi rimanenti del circuito.

La nuova proposta, messa insieme da Mackie insieme al consigliere Alexander Hyde, ha anche suggerito al consiglio di valutare se il circuito, e in particolare la chicane Senna, dovrebbe essere considerata come patrimonio storico della città.

"Sappiamo tutti il significato che ha il tracciato per la gente di Adelaide e per la gente del South Australia in generale"ha dichiarato Hyde al consiglio per poi parlare anche di un potenziale ritorno delle corse nella zona e si pensa possa trattarsi della Formula E piuttosto che un ritorno della recentemente defunta Adelaide 500.

"Ci sono ambizioni all'interno della comunità per una sorta di ritorno delle corse, in misura minore. Qualcosa che utilizzi la pista corta, qualcosa che sia abbastanza discreto".

Su richiesta di altri consiglieri, la mozione è stata divisa in due parti, una che copre effettivamente il piano rivisto dello spazio verde per una maggiore copertura arborea e l'altra per la valutazione del patrimonio del circuito.

La prima è passata con un voto unanime, mentre il piano di inserimento nel patrimonio è passato con un solo voto a favore.

Un certo numero di consiglieri ha argomentato contro qualsiasi necessità di salvaguardare il tracciato. Il consigliere Keiran Snape ha dichiarato che avrebbe sostenuto "a malincuore" la prima parte della mozione, ma ha poi chiesto di  "rimuovere quanto più asfalto possibile".

La consigliera Anne Moran è stata un'altra ad opporsi ferocemente all'idea di inserire il circuito nell'elenco del patrimonio della città ed ha anche chiesto che il circuito sia demolito per "rimuovere definitivamente" qualsiasi pericolo di ritorno delle corse automobilistiche a Victoria Park

"Preferirei demolire la pista e tutte le altre opere in cemento che sono ancora lì", ha detto Moran al consiglio. "Così facendo vorrei rimuovere definitivamente il pericolo di portare [di nuovo] gare di auto viste in passato. Non c'è alcuna ragione per elencare come patrimonio qualsiasi parte della pista. Questo vuol dire assecondare i fanatici del petrolio ".

condividi
commenti
Ceccarelli: “Le pressione in Mercedes è diventata nociva”
Articolo precedente

Ceccarelli: “Le pressione in Mercedes è diventata nociva”

Articolo successivo

Montoya: i momenti magici della carriera raccontati da Juan Pablo

Montoya: i momenti magici della carriera raccontati da Juan Pablo
Carica i commenti