Igora Drive sarà modificato per ospitare la F1 nel 2023

I responsabili del tracciato di Igora Drive hanno affermato che il circuito verrà modificato per portarne la lunghezza a 5,18 Km. Saranno presenti curve con banking e pendenze elevate per rendere il tracciato emozionante.

Igora Drive sarà modificato per ospitare la F1 nel 2023

La scorsa settimana è stato annunciato il cambio di location per il Gran Premio di Russia che, a partire dal 2023, si disputerà sul tracciato di Igora Drive e non più a Sochi.

Il circuito, progettato da Hermann Tilke, si trova ad una cinquantina di chilometri da San Pietroburgo e dopo essere stato inaugurato nel 2019 ha fino ad oggi ospitato soltanto competizioni nazionali.

Il DTM e la W Series avrebbero dovuto scendere in pista la passata stagione, ma l’intento è stato vanificato dalla pandemia da COVID-19.

Al fine di accogliere la prossima generazione di monoposto di Formula 1, il circuito subirà una estensione che porterà così la sua lunghezza dagli attuali 4 a i futuri 5 Km. Per fare ciò sarà aumentata la lunghezza dei rettilinei, mentre la parte finale presenterà importati cambi di pendenza.

Alexey Titov, CEO del promoter del GP di Russia Rosgnonki, ha confermato in esclusiva a Motorsport.com i piani per modificare il tracciato.

“C’è un progetto per allungare la pista, inoltre verrà aggiunto un dislivello in alcune curve creando così del banking, e da un punto di vista sportivo assisteremo ad uno spettacolo emozionante”.

I promotori hanno pubblicato sui propri profili social una mappa del circuito aggiornato dove si nota come la sezione finale di curve che collegano i due rettilinei sarà abolita, mentre le monoposto si fionderanno in un giro da montagne russe grazie a pendenze che arriveranno a toccare anche il 12%.

Grazie ai lavori programmati l’estensione complessiva del circuito di Igora Drive passerà dagli attuali 4,08 Km ai futuri 5,18 ed i due imponenti rettilinei sono stati previsti per consentire con maggiore facilità i sorpassi alle moderne monoposto di F1.

Oltre all'estensione della pista, i lavori si concentreranno anche sull'aumento delle infrastrutture della sede, compresa l'aggiunta di diversi garage per i team di F1.  La maggior parte delle strutture esistenti rimarrà comunque invariata, poiché l'espansione è stata pianificata fin dall'inizio nel caso in cui fosse stata ospitata la Formula 1.

"Non ci sarà sicuramente una ristrutturazione globale", ha spiegato Titov. "In termini di dimensioni, la struttura non è molto diversa dalle piste europee a livello di infrastrutture principali come la tribuna centrlae, l'edificio dei box e così via. Pertanto, non ci sarà sicuramente alcuna ristrutturazione, ma espanderemo o allungheremo un certo numero di zone".

"Al momento non abbiamo abbastanza garage, ma aumenteremo il loro numero con strutture provvisorie che si sposeranno con l’architettura del contesto".

Titov ha poi parlato degli ottimi riscontri ricevuti non solo dal presidente della FIA, Jean Todt, ma anche da Stefano Domenicali che ha visitato il tracciato di Igora Drive la scorsa settimana,.

“Abbiamo ricevuto molte opinioni positive. Ovviamente ci sono dei punti sui quali dobbiamo prestare attenzione, ma questi sono commenti prevalentemente di natura tecnica”.

condividi
commenti
F1: tre squadre temono la Sprint Qualifying per le frizioni

Articolo precedente

F1: tre squadre temono la Sprint Qualifying per le frizioni

Articolo successivo

GP Austria: gomme Pirelli più rigide anche in FP3 se piove venerdì

GP Austria: gomme Pirelli più rigide anche in FP3 se piove venerdì
Carica i commenti