I record della Formula 1 che potrebbero essere battuti nel 2021

Diversi record, molti dei quali curiosi, possono essere battuti nella stagione di Formula 1 2021 e Fernando Alonso è un candidato per diversi di questi.

I record della Formula 1 che potrebbero essere battuti nel 2021

La Formula 1 affronta una nuova stagione, la 72esima della sua storia, e lo fa con il binomio Mercedes-Lewis Hamilton come chiaro favorito, ma con diverse attrazioni in modo che non ci perdiamo nulla di ciò che accadrà in pista dal suo primo Gran Premio in Bahrain, in programma dal 26 al 28 marzo.

Il ritorno di Fernando Alonso in Formula 1 con il team Alpine (che subentra a Renault con la stessa struttura) e la presenza di Carlos Sainz alla Ferrari sono le due principali attrazioni di un anno in cui la Scuderia ha bisogno di recuperare dopo il suo disastroso 2020.

Inoltre, sarà necessario fare attenzione alla Red Bull, per capire se sarà in grado di combattere per il titolo con la Mercedes e se la McLaren farà ulteriori passi in avanti dopo aver concluso il 2020 in terza posizione.

Ma ci sono anche diversi record storici che potrebbero essere battuti quest'anno, oltre Hamilton che continua ad incrementare il suo palmarès Questi sono i più importanti:

  • Hat-tricks di gara: Michael Schumacher ha firmato pole position, vittoria e giro più veloce 22 volte nella sua carriera di Formula 1. Lewis Hamilton attualmente è a quota 18, quindi ha ancora cinque hat-tricks da fare per raggiungere il tedesco. Può sembrare più facile di quanto non sia in realtà, visto che Hamilton ne ha firmati solo quattro negli ultimi tre anni.
  • Tempo più lungo tra la prima vittoria e l'ultima: Kimi Raikkonen ha vinto per la prima volta in Malesia nel 2003 e ha celebrato la sua ultima vittoria fino ad oggi ad Austin nel 2018 (15 anni, 6 mesi e 28 giorni dopo). È improbabile che possa migliorare questo record con l'Alfa Romeo nel 2021, ma c'è un altro pilota che potrebbe batterlo: Fernando Alonso! Anche lo spagnolo ha ottenuto la sua prima vittoria in Formula 1 nella stagione 2003. Se riuscisse a vincere nel 2021 al suo ritorno con Alpine, sarebbero 18 anni dopo!
  • Tempo tra due vittorie: Alonso potrebbe anche battere il record di Riccardo Patrese (6 anni, 6 mesi e 28 giorni). Lo spagnolo ha vinto l'ultima volta a Barcellona nel maggio 2013. Una vittoria quest'anno porterebbe questo record a otto anni.
  • Intervallo tra prima e ultima pole: Kimi Raikkonen detiene il record (15 anni, 2 mesi e 4 giorni), ma Alonso può strapparlo se Alpine fa un grande balzo in avanti questa stagione.
  • Numero di giri in testa: questo record è molto probabile che venga battuto. Hamilton ha già condotto 5.099 giri. Altri 13 e avrà superato Schumi. Non si può escludere che il record venga battuto già nella prima gara della stagione.
  • Il più giovane campione del mondo della storia: è abbastanza improbabile che questo record venga battuto. Lo detiene Sebastian Vettel, che ha vinto il suo primo mondiale a 23 anni, 4 mesi e 11 giorni. In teoria, ci sono cinque candidati: Yuki Tsunoda (20 anni), Lance Stroll (22 anni), Lando Norris, Mick Schumacher e Nikita Mazepin (tutti e tre 21 anni). Tuttavia, nessuno di loro avrà probabilmente una possibilità realistica di vincere il campionato del mondo.
  • Prima pole position dopo molti Gran Premi disputati: Sergio Perez ha attualmente 195 gare in Formula 1. Tuttavia, il messicano non ha mai conquistato la pole position finora. Alla Red Bull, dovrebbe avere una possibilità non del tutto irrealistica di conquistare la sua prima pole nel 2021. Se lo facesse, supererebbe Mark Webber (131).
  • Più vittorie su un singolo circuito: Schumacher ha vinto otto volte a Magny-Cours, ma nel 2020 Hamilton ha celebrato la sua ottava vittoria all'Hungaroring. Mai prima d'ora un pilota di Formula 1 ha vinto nove volte sullo stesso circuito. Hamilton batterà questo record all'Hungaroring nel 2021?

Leggi anche:

  • Il pilota con più vittorie senza essere campione: con 16 vittorie, Stirling Moss è il pilota di Formula 1 più vittorioso che non è mai stato campione del mondo. Tuttavia, due piloti attuali possono (involontariamente) superarlo nel 2021. Max Verstappen attualmente ha 10 vittorie, Valtteri Bottas, 9. Tuttavia, nessuno sarà in grado di superare i quattro secondi posti di Moss quest'anno.
  • Il podio più ripetuto nella storia della F1: Nico Rosberg, Lewis Hamilton e Sebastian Vettel sono saliti sul podio insieme 14 volte. Ma se le cose vanno come andranno nel 2020, questo record sarà storia. Lewis Hamilton, Valtteri Bottas e Max Verstappen sono stati sul podio un totale di 13 volte insieme.
  • Numero di Gran Premi in Formula 1: Kimi Raikkonen continuerà ad aumentare il suo record assoluto di 334 gare nella massima categoria e Fernando Alonso supererà le 323 di Rubens Barrichello come secondo pilota in questa categoria (attualmente ne ha corse 312).
  • Grand Slam (pole, vittoria, giro più veloce ed essere in testa tutti i giri): Hamilton è solo due grand slam dietro Jim Clark (8), autore di più Grand Slam nella storia della F1. Ma l'inglese non ne ha più vinto uno dalla Malesia 2014.
  • Ritiro al primo giro: Raikkonen è a tre lunghezze da questo particolare record, detenuto da Jarno Trulli con 14.
  • Giri in testa in un singola stagione: Sebastian Vettel (739) continua ad avere il maggior numero di giri in testa in una singola stagione, dopo averlo fatto nel 2011 con la Red Bull.
  • Numero di titoli mondiali di un singolo pilota: Per molto tempo, i sette titoli mondiali di Schumi sono stati considerati irraggiungibili. Ma nel 2020 Hamilton l'ha già eguagliato. Se tutto va secondo i piani, il britannico ha una buona possibilità di diventare il primo otto volte campione del mondo nella storia della Formula 1 nel 2021.
  • Numero di vittorie: Hamilton continuerà sicuramente a estendere il suo record di tutti i tempi di 95 vittorie di Formula 1.
  • Numero di pole position: il pilota britannico alzerà anche la barra sulle 98 pole position che ha accumulato fino ad oggi.
  • Numero di punti in campionato: Hamilton senza dubbio estenderà i 3.778 punti che ora lo pongono in testa a questa classifica nella storia della categoria, rispetto ai 3.018 di Sebastian Vettel. Inoltre, l'inglese della Mercedes ha la più alta media di punti per gara (14,20), rispetto a 11,74 del tedesco dell'Aston Martin, aiutato dal sistema di punteggio che è stato introdotto nel 2010.
  • Numero di podi: Hamilton aggiungerà anche ai suoi 165 podi, mentre Vettel (121) non sarà in grado di superare Schumacher (155) nel 2021.

E un record che Lewis Hamilton non sarà certamente in grado di battere quest'anno - anche se la Formula 1 dovesse mantenere tutte le 23 gare in programma - è il record del giro più veloce in gara. Schumacher ha firmato 77 giri veloci nella sua carriera e Hamilton ora ne ha 53, rispetto ai 46 di Kimi Raikkonen. Inoltre, l'inglese non ha mai ottenuto più di 8 giri veloci nella stessa stagione.

condividi
commenti
Hamilton senza clausola Verstappen: lo spauracchio è Russell
Articolo precedente

Hamilton senza clausola Verstappen: lo spauracchio è Russell

Articolo successivo

Hill: "Rifiutai Stewart nel 1997 perché non volevo rischiare"

Hill: "Rifiutai Stewart nel 1997 perché non volevo rischiare"
Carica i commenti