Formula 1
30 apr
-
03 mag
Canceled
21 mag
-
24 mag
Canceled
04 giu
-
07 giu
Postponed
11 giu
-
14 giu
Postponed
25 giu
-
28 giu
Postponed
G
GP di Singapore
17 set
-
20 set
FP1 in
105 giorni
G
GP del Messico
29 ott
-
01 nov
FP1 in
147 giorni
G
GP del Brasile
12 nov
-
15 nov
FP1 in
161 giorni
G
GP da Abu Dhabi
26 nov
-
29 nov
FP1 in
175 giorni

I Gran Premi di F1 terminati in regime di Safety Car

condividi
commenti
I Gran Premi di F1 terminati in regime di Safety Car
Di:
Tradotto da: Giacomo Rauli
13 apr 2020, 10:39

Ecco i Gran Premi di F1 terminati sotto regime di Safety Car. Una rarità per ciò che riguarda il Circus iridato, perciò abbiamo cercato di riunire tutti i casi in questa slide show che trovate qui sotto.

Il 28 marzo 1993, durante il GP del Brasile, la Safety Car è entrata in pista a causa del diluvio a Interlagos. Poche settimane dopo è stata finalmente introdotta la norma ufficiale nel regolamento della F1.

I suoi interventi, da allora, si sono moltiplicati e abbiamo visto gare che si sono concluse sotto regime di Safety Car.

Alcuni GP sono stati completamente interrotti da una bandiera rossa e non sono stati completati (numero di giri totale o limite di 2 ore), dunque non si trovano nella nostra gallery.

Scorri le foto qui sotto per scoprire i GP terminati sotto regime di Safety Car:

Scorrimento
Lista

Canada 1999

Canada 1999
1/23

Foto di: LAT Images

L'edizione 1999 del GP del Canada è stata caratterizzata da numerosi incidenti. La Safety Car è partita 4 volte: prima a causa di un incidente al via, poi a causa di Ricardo Zonta (BAR) e di Jacques Villeneuve (BAR)...

Canada 1999

Canada 1999
2/23

Foto di: LAT Images

... e alla fine di Heinz-Harald Frentzen. A 4 giri dal traguardo il tedesco era al secondo posto con la sua Jordan, ma ha subito un bloccaggo a uno dei suoi dischi freno, che lo ha mandato contro le barriere alla prima chicane. L'impatto fu forte e Frentzen, cosciente, rimase a lungo nell'abitacolo.

Canada 1999

Canada 1999
3/23

Foto di: Sutton Motorsport Images

La direzione gara decise di far entrare la Safety Car, ma non ci fu abbastanza tempo per far ripartire la gara, che si concluse così durante la neutralizzazione con la vittoria di Mika Hakkinen (McLaren) davanti a Giancarlo Fisichella (Benetton) e Eddie Irvine (Ferrari).

Australie 2009

Australie 2009
4/23

Foto di: Sutton Motorsport Images

Mentre Jenson Button e la Brawn si stavano dirigendo verso un clamoroso e prevedibile successo, il secondo posto è stato oggetto di una dura battaglia tra Sebastian Vettel (Red Bull) e Robert Kubica (BMW Sauber). Il polacco, con gomme migliori, ha avuto il ritmo giusto per superare il tedesco, ma Vettel ha resistito.

Australie 2009

Australie 2009
5/23

Foto di: Scott Wensley

Lo ha fatto troppo, senza dubbio, infatti alla Curva 3 del giro 56 i due si sono toccati. All'inizio, nonostante le monoposto fossero danneggiate, i due sembravano in grado di poter proseguire la loro gare. Ma poi i due si sono toccati di nuovo alla Curva 5, facendo uscire la Safety Car.

Australie 2009

Australie 2009
6/23

Foto di: Edd Hartley / Motorsport Images

Questo incidente ha permesso alla Brawn GP di centrare una doppietta grazie alla seconda posizione di Rubens Barrichello. La bandiera a scacchi sarà poi esposta con la Safety Car ancora in pista.

Italie 2009

Italie 2009
7/23

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Mentre Barrichello si apprestava a vincere l'ultima della gara della carriera in F1, Button era in lotta con Hamilton. Lewis, all'ultimo giro, stava dando tutto per cercare di raggiungere la Brawn del connazionale.

Italie 2009

Italie 2009
8/23

Foto di: Steve Etherington / Motorsport Images

Lewis, però, in quell'occasione esagerò, finendo a muro a Lesmo. L'incidente fu violento e costrinse la direzione gara a neutralizzare l'evento. In effetti la Safety Car non poteva essere posizionata davanti al leader, ma la procedura venne comunque avviata.

Italie 2009

Italie 2009
9/23

Foto di: Sutton Motorsport Images

La Brawn centrò un'altra doppietta davanti alla Ferrari di Kimi Raikkonen.

Monaco 2010

Monaco 2010
10/23

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Il GP di Monaco del 2010 è stato un altro evento caotico, che vide intervenire la Safety Car per ben 4 volte. Inizialmente a causa dell'incidente di Nico Hulkenberg (Williams). Al 31esimo giro, quando il suo compagno di squadra Barrichello finì contro le protezioni a Massenet. Pochi giri dopo, per controllare il tombino staccato nell'incidente del brasiliano.

Monaco 2010

Monaco 2010
11/23

Foto di: Sutton Motorsport Images

Al giro 74 dei 78 previsti lo spettacolare incidente tra Jarno Trulli e Karun Chandhok a La Rascasse causò la neutralizzazione finale, iniziata però quasi un giro dopo l'incidente.

Monaco 2010

Monaco 2010
12/23

Foto di: Sutton Motorsport Images

In questa gara vinse Mark Webber davanti a Sebastian Vettel (entrambi Red Bull). L'australiano fu fortunato, perché Trulli e Chandhok si toccarono proprio davanti a lui.

Brésil 2012

Brésil 2012
13/23

Foto di: Sutton Motorsport Images

Una battaglia per il titolo, condizioni mutevoli. Ecco lo scenario di Interlagos... Gli ingrdienti c'erano tutti per rendere la battaglia memorabile, e così fu. Inizialmente l'intervento della Safety Car non fu ritenuto necessario nonostante la collisione che coinvolse Vettel. La vettura di sicurezza entrò però al 23esimo giro per pulire i detriti rimasti in pista.

Brésil 2012

Brésil 2012
14/23

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Sebbene non sia stata mandata in pista dopo la collisione tra Hamilton e Hulkenberg, la Safety Car è entrata in pista sigillando il destino del Mondiale dopo l'incidente di Paul Di Resta (Force India) neutralizzando gli ultimi giri della gara. Jenson Button (McLaren) riuscì a portare a casa la vittoria.

Brésil 2012

Brésil 2012
15/23

Foto di: Patrik Lundin / Motorsport Images

Nonostante una controversia risolta rapidamente riguardo una possibile infrazione di Vette a fine gara, il tedesco centrò il suo terzo titolo a scapito di Fernando Alonso (Ferrari).

Canada 2014

Canada 2014
16/23

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

All'inizio dell'ultimo giro del GP del Canada 2014, Felipe Massa (Williams) provò a superare Sergio Perez (Force India) per la quarta posizione. Il brasiliano provò a farlo in Curva 1, ma un leggero cambio di traiettoria del messicano provocò il contatto. Le monoposto finirono violentemente contro le barriere. I piloti, fortunatamente, rimasero illesi. La Safety Car entrò in pista.

Canada 2014

Canada 2014
17/23

Foto di: Steve Etherington / Motorsport Images

Due giri prima della fine, Daniel Ricciardo approfittò di un problema alla Mercedes di Nico Rosberg per prendere il comando e portare a casa la prima vittoria della carriera in F1.

Canada 2014

Canada 2014
18/23

Foto di: Andrew Hone / Motorsport Images

Vettel si congratulò con il compagno di squadra dopo essere stato quasi speronato dalla monoposto di Massa ormai fuori controllo dopo il contatto con Perez.

Chine 2015

Chine 2015
19/23

Foto di: Patrik Lundin / Motorsport Images

Quella volta non fu un caso: il GP di Cina non fu un evento da ricordare. Tuttavia, il suo finale fu sorprendente: mentre occupava l'ottavo posto, Max Verstappen subì un problema al motore.

Chine 2015

Chine 2015
20/23

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Verstappen fermò la sua Toro Rosso in pista all'inizio del giro 53 dei 56 previsti. Pertanto, fu necessario l'intervento della Safety Car per rimuoverla. Di fatto, la gara terminò in quel modo.

Chine 2015

Chine 2015
21/23

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

La vittoria andò a Lewis Hamilton (Mercedes).

Bahreïn 2019

Bahreïn 2019
22/23

Foto di: Simon Galloway / Motorsport Images

Alla fine del 55esimo giro del GP del Bahrain 2019 Hulkenberg e Ricciardo ebbero entrambi un problema al motore Renault delle rispettive monoposto, così furono costretti a fermarsi. La situazione ha portato all'intervento della Safety Car, che ha segnato il destino della gara.

Bahreïn 2019

Bahreïn 2019
23/23

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sfortunatamente alla fine della gara Charles Leclerc (Ferrari) ebbe un problema al motore che gli fece perdere molta potenza quando si trovava in testa alla gara. Così le Mercedes di Hamilton e Bottas lo superarono agevolmente. Il monegasco conquistò così il primo podio in 1 grazie alla Safety Car che congelò le posizioni poco prima che Max Verstappen lo raggiungesse.

Articolo successivo
Soluzioni vietate come il DAS: il buco nel muso Ferrari

Articolo precedente

Soluzioni vietate come il DAS: il buco nel muso Ferrari

Articolo successivo

Moss: lo sgarbo Ferrari e l'unione mancata

Moss: lo sgarbo Ferrari e l'unione mancata
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Formula 1
Autore Fabien Gaillard