Hulkenberg e Sainz saranno penalizzati per passare al Renault Spec B in Austria

Il tedesco del team di Enstone e lo spagnolo della McLaren disporranno del nuovo motore Renault per cui finiranno in fondo alla griglia per la penalizzazione. Saranno in compagnia di Albon che al Red Bull Ring utilizza il quarto motore Honda sulla Toro Rosso.

Hulkenberg e Sainz saranno penalizzati per passare al Renault Spec B in Austria

In attesa di sapere chi sarà in grado di puntare alla prima fila della griglia di partenza, possiamo già anticipare chi partirà… in coda. Sono tre i piloti che hanno la certezza di dover pagare una penalità a causa della sostituzione della power unit, e sono Carlos Sainz, Nico Hulkenberg e Alexander Albon.

La Renault ha portato in Francia la nuova specifica della propria power unit, ma nel weekend del Paul Ricard solo Daniel Ricciardo aveva montato il nuovo motore essendo alla sua terza unità, quindi al riparo da penalità.

La Renault aveva preferito rimandare al weekend austriaco la medesima operazione sulla monoposto di Nico Hulkenberg, proprio per evitare di partire dal fondo della griglia nel Gran Premio di casa per l'adozione della quinta unità.

Il tedesco pagherà però ‘pegno’ sulla griglia di domenica prossima, insieme a Carlos Sainz, anch’egli per gli stessi motivi di Hulkenberg. L’ottima performance confermata dalla McLaren al Paul Ricard, ha convinto la squadra inglese a rimandare la sostituzione della PU di sette giorni, quindi per Sainz scatterà la penalità legata all’utilizzo della quarta unità stagionale in questo weekend.

Non è ancora chiaro se la nuova specifica verrà montata anche sulla vettura di Lando Norris, ma in ogni caso per il pilota inglese (che attualmente sta utilizzando il motore numero 2) non ci saranno penalità.

Confermata invece la sostituzione della power unit Honda sulla Toro Rosso di Albon, che arriverà alla ICE numero 4.

condividi
commenti
Test Pirelli: sull'Alfa Romeo C38 al Red Bull Ring ci sarà anche Giovinazzi

Articolo precedente

Test Pirelli: sull'Alfa Romeo C38 al Red Bull Ring ci sarà anche Giovinazzi

Articolo successivo

GP d'Austria: come si affronta il Red Bull Ring?

GP d'Austria: come si affronta il Red Bull Ring?
Carica i commenti