Horner: "Verstappen? Foratura totalmente istantanea"

La Red Bull è convinta che un detrito abbia causato la foratura "totalmente istantanea" che ha portato al ritiro Max Verstappen nel Gran Premio dell'Emilia Romagna, costando al team il secondo posto.

Horner: "Verstappen? Foratura totalmente istantanea"

Verstappen era comodamente in seconda posizione prima della foratura della gomma posteriore destra alla Villeneuve lo facesse finire in testacoda a 12 giri dal termine.

Un epilogo frustrante per Verstappen, dopo che l'olandese era riuscito a sorpassare la Mercedes di Valtteri Bottas otto giri prima, dopo una battaglia serrata che era durata praticamente per tutta la gara.

Dopo la gara, il team principal Christian Horner ha quindi spiegato che il team sospetta che Verstappen abbia colpito dei detriti a causa della natura istantanea della foratura.

"Pensiamo che abbia colpito qualche detrito o qualcosa del genere, perché era alla radio con il suo ingegnere in quel momento e boom, la gomma si è forata improvvisamente" ha detto Horner dopo la gara.

"Quindi ha suggerito che qualcosa abbia provocato una foratura totalmente istantanea, e questo è stato il risultato".

"E' molto frustrante, soprattutto dopo che era riuscito a sorpassare Valtteri. Oggi avevamo un ritmo abbastanza buono, quindi è fastidioso non aver conquistato quel secondo posto".

Verstappen era scattato bene dalla terza posizione in griglia, superando al via Lewis Hamilton, poi è stato il primo a rientrare ai box nel tentativo di fare un undercut nei confronti del leader Valtteri Bottas.

La Mercedes ha risposto fermando il finlandese un giro più tardi, ma ha anche optato per allungare lo stint di Hamilton, permettendo al pilota britannico di scavalcare sia Bottas che Verstappen una volta completato il suo pit stop.

Leggi anche:

Horner ha detto che era impossibile per la Red Bull coprire entrambe le strategie, dato che aveva una sola monoposto in lotta per la vittoria.

"A quel punto eravamo in un panino a livello di strategia" ha detto Horner.

"Se vai per l'undercut, loro possono allungare lo stint della macchina dietro e non si possono coprire entrambe le opzioni. Devi scegliere quale vuoi provare a battere".

"In realtà avevamo scelto di provare a battere Lewis, perché credevamo che Valtteri con gomme nuove avrebbe avuto più ritmo dopo il pit stop, ma in realtà non è stato così".

"Ha commesso diversi errori e questo ha permesso a Lewis di attaccare. Poi è arrivata anche una Virtual Safety Car e di fatto ha avuto un pit stop 'gratuito'".

A quel punto Bottas non è riuscito a tenere il ritmo di Hamilton e Verstappen è rimasto nella sua scia, approfittando di un lungo del finlandese alla Rivazza per soffiargli la seconda posizione.

"Eravamo consapevoli dei danni che stava gestendo Valtteri, e questo ovviamente ha dato a Lewis un vantaggio enorme anche in termini di passo" ha detto Horner.

"Questo ha reso ancora più importante per Max metterlo sotto pressione per provare ad indurlo all'errore, cosa che poi ha ottenuto".

"Stavo parlando con lui e ha detto che Valtteri gli ha fatto una specie di brake test nella curva successiva, che è una cosa consentita".

"Max ha rischiato di tamponarlo, ma ha avuto la pazienza di aspettare il rettilineo per usare il DRS e passarlo alla seconda curva".

Scintille fuoriescono dal retrotreno della Red Bull Racing RB16 di Max Verstappen,

Scintille fuoriescono dal retrotreno della Red Bull Racing RB16 di Max Verstappen,
1/17

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
2/17

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
3/17

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
4/17

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
5/17

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
6/17

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
7/17

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
8/17

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing dopo essersi ritirato dalla gara

Max Verstappen, Red Bull Racing dopo essersi ritirato dalla gara
9/17

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing dopo essersi ritirato dalla gara

Max Verstappen, Red Bull Racing dopo essersi ritirato dalla gara
10/17

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing in conferenza stampa

Max Verstappen, Red Bull Racing in conferenza stampa
11/17

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Pole Sitter Valtteri Bottas, Mercedes-AMG F1 e Max Verstappen, Red Bull Racing festeggia nel parco chiuso

Pole Sitter Valtteri Bottas, Mercedes-AMG F1 e Max Verstappen, Red Bull Racing festeggia nel parco chiuso
12/17

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing dopo essersi ritirato dalla gara

Max Verstappen, Red Bull Racing dopo essersi ritirato dalla gara
13/17

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing dopo essersi ritirato dalla gara

Max Verstappen, Red Bull Racing dopo essersi ritirato dalla gara
14/17

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing dopo essersi ritirato dalla gara

Max Verstappen, Red Bull Racing dopo essersi ritirato dalla gara
15/17

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
16/17

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
17/17

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

condividi
commenti

Related video

F1: Magnussen KO per un forte mal di testa causato dal cambio

Articolo precedente

F1: Magnussen KO per un forte mal di testa causato dal cambio

Articolo successivo

Bottas ha pagato otto decimi al giro per il detrito nel fondo!

Bottas ha pagato otto decimi al giro per il detrito nel fondo!
Carica i commenti