Horner: "La potenza dei motori non è livellata"

Secondo il team principal Red Bull il Renault paga 30/35 cavalli di potenza al Mercedes

Horner:
Christian Horner torna alla carica: siccome il team principal della Red Bull Racing non è riuscito a convincere Norbert Haug di assicurare al team di Milton Keynes la quarta fornitura di motori Mercedes, ha iniziato il pianto greco per lamentarsi che il V8 Renault è meno potente 30/35 cavalli del propulsore tedesco. Il lamento non è nuovo, dal momento che le unità sono "congelate" nella ricerca e nello sviluppo: "La differenza vale circa quattro decimi al giro, ma fino a quando non si provano tutti i motori sul banco, per fare un confronto leale e corretto, non si può mai essere sicuri”. La valutazione di Horner è certamente pessimistica: 35 cavalli non valgono quattro decimi di secondo, ma tutt'al più la metà. Va ricordato, però, che la Renault ha già beneficiato di un adeguamento del proprio motore dopo il congelamento delle unità. Certo non esiste un sistema esatto di parificazione delle potenze, ma soprattutto non c'è in materia di consumi, un argomento questo che è tornato di attualità dopo l'abolizione dei pit stop. E non è un segreto per nessuno che il V8 Mercedes sia l'unità che risparmia più benzina, mentre Renault e Ferrari concedono qualcosa in questo campo al propulsore tedesco. Horner spinge perché si definiscano dei criteri per livellare le prestazioni, ma la nostra sensazione è che punti a riaprire il "freezing" nella speranza di ottenere un miglioramento del motore Renault in temini di riduzione dei consumi.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Articolo di tipo Ultime notizie