Horner: "Red Bull ha fatto una scelta 'adulta' con Perez"

Christian Horner pensa che la Red Bull abbia preso una decisione "adulta" nel guardare al di fuori del suo programma junior per il 2021, scegliendo Sergio Perez per sostituire Alex Albon.

Horner: "Red Bull ha fatto una scelta 'adulta' con Perez"

Perez è il primo pilota ad essere stato ingaggiato dalla Red Bull senza aver fatto parte della sua filiera dopo Mark Webber, che era stato preso come compagno di squadra di David Coulthard nel 2007.

Da quando Sebastian Vettel ha sostituito Coulthard, dopo che lo scozzese ha annunciato il suo ritiro alla fine del 2008, la Red Bull ha corso solamente con piloti che sono stati promossi dalla sorella Toro Rosso/AlphaTauri.

Ma quando Daniel Ricciardo ha lasciato la Red Bulla alla fine del 2018, il team ha dovuto rimpire in fretta e furia il posto lasciato libero accanto a Max Verstappen, affidandolo prima a Pierre Gasly e poi ad Alex Albon, ma entrambi hanno avuto difficoltà a reggere il ritmo del pilota olandese.

Le speculazioni sul futuro di Albon alla Red Bull hanno tenuto banco per tutto il 2020, con la squadra che ha annunciato solo dopo la fine del campionato la decisione di retrocederlo al ruolo di riserva per ingaggiare Sergio Perez, che stava rischiando di rimanere a piedi dopo aver perso il posto in Aston Martin in favore di Sebastian Vettel.

"E' stata una decisione tremendamente difficile, e siamo stati fortunati ad avere il tempo per considerarla completamente. Abbiamo avuto l'intera stagione in realtà", ha detto Horner in un'intervista esclusiva rilasciata a Motorsport.com.

Leggi anche:

"Ed è altamente insolito che un pilota della qualità e con le capacità di Sergio sia sul mercato. Dunque, abbiamo pensato che sarebbe stato meglio mettere un pilota più esperto accanto a Max in vista della stagione 2021".

"Penso che sia stata una visione adulta, che abbiamo scelto andando fuori dagli schemi. Per dare a Sergio una possibilità. Ovviamente, ha guidato molto bene l'anno scorso, in particolare nell'ultimo terzo della stagione".

Per quanto riguarda il futuro di Albon, Horner ha detto che la Red Bull continuerà a lavorare per farlo crescere, e il 24enne infatti correrà nel DTM nel 2021 proprio con i colori dell'energy drink più famoso al mondo.

"Rimane ancora parte integrante della squadra, sta guidando al simulatore proprio mentre stiamo parlando", ha aggiunto Horner.

Quando gli è stato domandato cosa potrà portare alla Red Bull l'ingaggio di un pilota come Perez, Horner ha risposto: "Ha 10 anni d'esperienza in Formula 1, penso che abbia dimostrato la sua grande capacità di gestione delle gomme Pirelli".

"E, naturalmente, porta la sua storia, pensando che ha ottenuto podi e risultati importanti con vetture che, fino all'anno scorso, sono state tutt'altro che competitive".

"Conosco Sergio da molto tempo. Ha guidato per la mia squadra in GP2 tanti anni fa (Arden International, nel 2009), quindi ho sempre seguito la sua carriera con interesse".

"E' stata solo per una questione di circostanze che si è presentata questa opportunità, ma ha avuto senso prendere Sergio al fianco di Max quest'anno".

condividi
commenti
Alfa Romeo: dopo Mercedes ha percorso più km nel 2020
Articolo precedente

Alfa Romeo: dopo Mercedes ha percorso più km nel 2020

Articolo successivo

Alesi ed Arnoux con la Ferrari 312B3 al Monaco Historic

Alesi ed Arnoux con la Ferrari 312B3 al Monaco Historic
Carica i commenti