Horner punzecchia Wolff: "Ha messo il team sulla graticola"

Il team principal della Red Bull non ha perso l'occasione per punzecchiare Toto Wolff dopo le dure parole espresse dal manager austriaco a seguito della disfatta di Baku.

Horner punzecchia Wolff: "Ha messo il team sulla graticola"

La delusione per Toto Wolff al termine della gara di Baku è stata enorme ed il team principal della Mercedes non si è nascosto dietro ad un dito quando ha dichiarato come lo stato di forma del team visto in Azerbaijan fosse inaccettabile in una stagione dove il duello con la Red Bull durerà a lungo.

“Non è stato il lungo alla fine che ci ha lasciato frustrati” ha dichiarato Wolff, “Quanto la prestazione in generale. Non siamo riusciti a raggiungere le nostre aspettative. E questo vale per tutti, per Lewis, per gli ingegnere, per me e per tutto il team”.

Ad intervenire sulle parole dure di Wolff è stato, ancora una volta, Christian Horner. Il team principal della Red Bull non ha mancato di stuzzicare il responsabile austriaco in un weekend dove tra i due la lotta è stata non solo in pista ma anche a distanza.

“Si è parlato molto sui commenti di Toto in questo fine settimana” ha dichiarato il team principal Red Bull. “Non ha mai paura di mettere sulla graticola la sua squadra pubblicamente, e questo è un comportamento che non condivido. Tuttavia è una sua prerogativa”.

Nonostante Verstappen sia stato costretto al ritiro a pochi giri dal termine dopo una gara dominata, la Red Bull è riuscita ad incrementare il suo vantaggio in classifica sulla Mercedes grazie al successo di Sergio Perez.

Horner ha voluto evidenziare come il suo team sia adesso totalmente concentrato per non mollare la leadership sia nella classifica riservata ai piloti che in quella dedicata ai costruttori.

“Dobbiamo cercare di cogliere tutte le opportunità quando si presentano” ha commentato il team principal della scuderia con sede a Milton Keynes che ha poi voluto sottolineare come il titolo potrà essere deciso da fattori esterni al controllo delle due scuderie, come la gomma esplosa a Verstappen domenica scorsa.

“Max avrebbe potuto concludere il weekend con 15 punti di vantaggio se fosse riuscito a portare a casa anche il giro più veloce, ma ad un certo punto avrebbe potuto trovarsi in ritardo anche di 21 lunghezze se Lewis avesse ottenuto la vittoria”.

“Abbiamo vissuto come in una altalena e credo che sarà così l’intero campionato visto che le prestazioni delle monoposto sono così vicine, ma questa situazione stimola il team a dare il massimo”.

La ripartenza del GP di Baku ha visto Lewis Hamilton commettere un errore alla staccata di curva 1 finendo nella via di fuga. Wolff ha affermato di aver faticato ad accettare un risultato del genere.

“Fa male. Avevamo la possibilità di vincere dopo il ritiro di Max, ma ci è sfuggita. Al momento l’unica emozione che provo è la frustrazione. Andiamo via da Baku consapevoli che non abbiamo mai avuto la nostra vettura di punta competitiva per tutto il weekend”.

“Dobbiamo essere impeccabili nel corso dell’intero fine settimana, e negli ultimi due appuntamenti non lo siamo stati”.

Il ritiro di Max Verstappen, Red Bull Racing causato dal cedimento del pneumatico posteriore sinistro

Il ritiro di Max Verstappen, Red Bull Racing causato dal cedimento del pneumatico posteriore sinistro
1/21

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B, Sergio Perez, Red Bull Racing RB16B, Lewis Hamilton, Mercedes W12, Pierre Gasly, AlphaTauri AT02, e Charles Leclerc, Ferrari SF21

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B, Sergio Perez, Red Bull Racing RB16B, Lewis Hamilton, Mercedes W12, Pierre Gasly, AlphaTauri AT02, e Charles Leclerc, Ferrari SF21
2/21

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B, Sergio Perez, Red Bull Racing RB16B, Lewis Hamilton, Mercedes W12 e il resto del gruppo alla ripartenza

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B, Sergio Perez, Red Bull Racing RB16B, Lewis Hamilton, Mercedes W12 e il resto del gruppo alla ripartenza
3/21

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing, torna al box dopo il ritiro

Max Verstappen, Red Bull Racing, torna al box dopo il ritiro
4/21

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B
5/21

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing, esce dalla sua macchina dopo l'incidente

Max Verstappen, Red Bull Racing, esce dalla sua macchina dopo l'incidente
6/21

Foto di: Steve Etherington / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing

Max Verstappen, Red Bull Racing
7/21

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes W12 alla ripartenza

Lewis Hamilton, Mercedes W12 alla ripartenza
8/21

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes W12 e Sergio Perez, Red Bull Racing RB16B alla ripartenza della gara

Lewis Hamilton, Mercedes W12 e Sergio Perez, Red Bull Racing RB16B alla ripartenza della gara
9/21

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes W12 e Sergio Perez, Red Bull Racing RB16B alla ripartenza della gara

Lewis Hamilton, Mercedes W12 e Sergio Perez, Red Bull Racing RB16B alla ripartenza della gara
10/21

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes W12, Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B, e Sergio Perez, Red Bull Racing RB16B

Lewis Hamilton, Mercedes W12, Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B, e Sergio Perez, Red Bull Racing RB16B
11/21

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sergio Perez, Red Bull Racing RB16B, Lewis Hamilton, Mercedes W12

Sergio Perez, Red Bull Racing RB16B, Lewis Hamilton, Mercedes W12
12/21

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Billy Monger, presentatore televisivo, con Lewis Hamilton, Mercedes

Billy Monger, presentatore televisivo, con Lewis Hamilton, Mercedes
13/21

Foto di: Steve Etherington / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes

Lewis Hamilton, Mercedes
14/21

Foto di: Steve Etherington / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes W12

Lewis Hamilton, Mercedes W12
15/21

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes W12

Lewis Hamilton, Mercedes W12
16/21

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Sergio Perez, Red Bull Racing RB16B, Lewis Hamilton, Mercedes W12

Sergio Perez, Red Bull Racing RB16B, Lewis Hamilton, Mercedes W12
17/21

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B, Sergio Perez, Red Bull Racing RB16B

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B, Sergio Perez, Red Bull Racing RB16B
18/21

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Il rappresentante della RedBull e Sergio Perez, Red Bull Racing, festeggiano la vittoria sul podio

Il rappresentante della RedBull e Sergio Perez, Red Bull Racing, festeggiano la vittoria sul podio
19/21

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sergio Perez, Red Bull Racing, 1° classificato, festeggia sul podio

Sergio Perez, Red Bull Racing, 1° classificato, festeggia sul podio
20/21

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Sergio Perez, Red Bull Racing RB16B, 1° classificato, prende la bandiera a scacchi per la gioia della sua squadra al muretto dei box

Sergio Perez, Red Bull Racing RB16B, 1° classificato, prende la bandiera a scacchi per la gioia della sua squadra al muretto dei box
21/21

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

condividi
commenti
GP d'Azerbaijan: caos, rimonte e sorprese a Baku

Articolo precedente

GP d'Azerbaijan: caos, rimonte e sorprese a Baku

Articolo successivo

F1: le prime immagini della palazzina dei box di Jeddah

F1: le prime immagini della palazzina dei box di Jeddah
Carica i commenti