Horner: "Pronti a dar battaglia sull'ala Mercedes"

Nel corso di una infuocata conferenza stampa, Christian Horner ha affermato che chiederà alla FIA di indagare sulla presunta flessibilità dell'ala posteriore Mercedes. Toto Wolff ha risposto per le rime al collega della Red Bull...

Horner: "Pronti a dar battaglia sull'ala Mercedes"

Conclusa l’estenuante vicenda del Brasile con la bocciatura della richiesta di revisione della Mercedes sul “Caso Max”, continua a tenere banco nel paddock della Formula 1 la guerra tra il team diretto da Toto Wolff e la Red Bull.

Christian Horner ha ribadito i suoi sospetti circa l’illegalità dell’ala posteriore della W12 ed ha evidenziato come la squdra presenterà una protesta nelle ultime tre gare della stagione qualora la Mercedes non dovesse essere conforme al regolamento.

Nel corso di una conferenza stampa tesissima, che ha visto proprio Horner e Wolff seduti l’uno accanto all’altro, il team principal della Red Bull ha posto l’attenzione sulla velocità di punta raggiunta dalla Mercedes in Brasile che ha consentito a Lewis Hamilton di recuperare dalle penalità inflitte per ottenere il successo domenica.

Leggi anche:

"Protesterei? Sì, assolutamente” ha dichiarato Horner. “Se crediamo che la macchina non sia conforme, protesteremo. La velocità in rettilineo che abbiamo visto in Messico e in Brasile non era normale. Sappiamo che la Mercedes ha montato un motore nuovo, e questo comporta un aumento delle prestazioni, ma se noti una differenza di velocità di 27 Km/h e che i bollini i posti sulle ali posteriori si muovono significa che queste flettono”

"È molto chiaro per noi cosa sta accadendo e per questo voglio che la FIA intervenga per verificare se ci sono auto non conformi”.

"Seguiremo la situazione. Dipenderà davvero da ciò che accadrà questo fine settimana, ma penso che questo aspetto possa essere ancora più rilevante per i due tracciati dove correremo in questo finale di stagione”.

Lewis Hamilton, Mercedes W12

Lewis Hamilton, Mercedes W12

Photo by: Glenn Dunbar / Motorsport Images

"Sono sicuro che la Mercedes ha prestato un'enorme attenzione alla nostra auto durante la stagione, e noi ovviamente stiamo facendo lo stesso. La posta in gioco è alta, ma vogliamo solo assicurarci che si giochi in modo equo".

Successivamente è intervenuto Toto Wolff a ribadire la assoluta legalità della Mercedes: “"Abbiamo già sostenuto 14 controlli su questa ala, la FIA ha tutti i disegni su questo. Non c'è nulla di ciò che afferma la Red Bull. Possiamo anche mandarne una a Milton Keynes".

Horner ha poi replicato direttamente a Wolff dicendo: "Quindi come spieghi il movimento dei bollini sul profilo dell'ala posteriore?"

"Penso che rientri in ciò che è consentito e va bene così" ha risposto Wolff.

condividi
commenti
Mercedes: perché si rompono i flap dell'ala anteriore?
Articolo precedente

Mercedes: perché si rompono i flap dell'ala anteriore?

Articolo successivo

F1, Losail, Libere 2: Bottas al buio non spegne la luce

F1, Losail, Libere 2: Bottas al buio non spegne la luce
Carica i commenti