Horner duro: "Pensare che le nuove ali possano migliorare i sorpassi è ingenuo e costoso!"

condividi
commenti
Horner duro:
Di:
06 feb 2019, 10:02

Il team principal della Red Bull attacca il nuovo regolamento che dovrebbe permettere di vedere più sorpassi nel corso della stagione 2019 di Formula 1.

Nel 2019 la Formula 1 ha adottato un nuovo regolamento tecnico che ha rimodellato le forme delle ali anteriori delle monoposto per cercare di agevolare i sorpassi e, di conseguenza, aumentare lo spettacolo offerto dai Gran Premi.

Gli sforzi profusi per migliorare la situazione sono stati però criticati a più riprese dagli addetti ai lavori, perché questi potrebbero non essere sufficienti a raggiungere gli obiettivi richiesti per rendere i Gran premi più avvincenti.

A pochi giorni dalle presentazioni delle monoposto di F1 e della prima sessione di test invernale che si terrà sul tracciato del Montmelo di Barcellona, il team principal della Red Bull Christian Horner ha parlato a Motorsport.com proprio di questo aspetto.

"Non credo che le cose cambieranno del tutto. Da quello che abbiamo potuto vedere, le caratteristiche delle monoposto saranno differenti grazie alle nuove regole, ma penso che quando due vetture saranno vicine e in procinto di duellare, la differenza rispetto alle ultime stagioni sarà piccola".

"Sicuramente questa situazione potremo vederla nella prima parte della stagione. Poi lo sviluppo che avremo sarà molto ampio nei primi 4 mesi della stagione. Cambiare l'ala anteriore e dire che questa soluzione migliorerà le cose è un approccio piuttosto ingenuo e, in definitiva, costoso. E naturalmente l'onere di queste spese è a carico delle squadre".

Horner ha affermato di non aspettarsi più sorpassi rispetto all'anno scorso sul tracciato di Melbourne: "Penso che la gara australiana sarà molto simile a quella dello scorso anno. Il problema non sono le macchine, è il circuito".

"In Australia non ci sono zone in cui si frena in maniera decisa e poi curve lente, dunque a meno che non si disponga di una differenza di velocità tra le auto molto significativa, il sorpasso è praticamente impossibile".

"E' stato così per anni. Non credo che le nuove regole possano cambiare le cose. L'Australia è un bel posto in cui andare, ma il circuito ha limiti e questo non fa altro che rendere difficoltoso offrire gare interessanti".

Articolo successivo
Mercedes: foto teaser della W10 o scherzo? L'argento non c'è più!

Articolo precedente

Mercedes: foto teaser della W10 o scherzo? L'argento non c'è più!

Articolo successivo

Ecco la entry list 2019 di F1: addio Sauber. Ora anche i telai si chiamano Alfa Romeo

Ecco la entry list 2019 di F1: addio Sauber. Ora anche i telai si chiamano Alfa Romeo
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Formula 1
Autore Jonathan Noble