Formula 1
G
GP del Portogallo
02 mag
Gara in
21 giorni
09 mag
Prossimo evento tra
24 giorni
G
GP del Canada
13 giu
Gara in
63 giorni
G
GP di Francia
27 giu
Gara in
77 giorni
04 lug
Prossimo evento tra
80 giorni
G
GP di Gran Bretagna
18 lug
Gara in
98 giorni
G
GP d'Ungheria
01 ago
Gara in
112 giorni
G
GP del Belgio
29 ago
Gara in
140 giorni
05 set
Gara in
147 giorni
12 set
Gara in
154 giorni
G
GP della Russia
26 set
Gara in
168 giorni
G
GP di Singapore
03 ott
Prossimo evento tra
171 giorni
G
GP del Giappone
10 ott
Gara in
181 giorni
G
GP degli Stati Uniti
24 ott
Race in
196 giorni
G
GP del Messico
31 ott
Gara in
203 giorni
G
GP di Abu Dhabi
12 dic
Gara in
245 giorni

Horner: "Difficile criticare la cancellazione del GP d'Australia"

Il team principal della Red Bull, Christian Horner, pensa che non si possano criticare i vertici della Formula 1 sulla gestione del Gran Premio d'Australia, perché inseguono sempre un bersaglio in movimento.

Horner: "Difficile criticare la cancellazione del GP d'Australia"

Lo scorso fine settimana, l'apertura della stagione di F1 è stata annullata poche ore prima dell'inizio delle prove libere, sulla scia del ritiro di alcune squadre a causa della positività al Coronavirus di un membro della McLaren.

La decisione ha causato molta rabbia tra i fan locali, che quella mattina avevano fatto la fila ai cancelli dell'autodromo, prima di scoprire che l'evento era cancellato.

Ma Horner, che era stato chiaro nel dire che se fosse stato per lui avrebbe portato avanti l'evento, almeno per la giornata di venerdì, ha spiegato che sarebbe sbagliato dare la colpa al management della F1 per quello che è successo.

"Penso che fosse molto difficile, perché era un obiettivo in movimento" ha detto Horner a Motorsport.com. "Quando siamo arrivati, non c'era ancora nessuno che fosse risultato positivo".

"Poi abbiamo avuto un caso positivo e ovviamente è stata presa la decisione di non correre. E' difficile criticare, perché era un bersaglio mobile".

Leggi anche:

Alcuni si sono domandati se la F1 avrebbe dovuto tentare di proseguire il weekend di Melbourne, alla luce della situazione in rapida evoluzione in Europa, ma secondo Horner la salute dei piloti e dei tifosi doveva avere la priorità.

"Penso che il problema sia che è un obiettivo mobile" ha ribadito a proposito della situazione che si è creata a Melbourne.

"Se il ragazzo fosse stato trovato positivo prima, allora non saremmo partiti e ci saremmo evitati il viaggio".

"E' un peccato, ma alla fine bisogna mettere al primo posto la salute de il benessere degli spettatori, dei membri del team e di tutti quanti".

Chase Carey, CEO della F1, si è scusato con i tifosi con una lettera aperta che ha inviato all'inizio di questa settimana, dopo che il Circus ha anche posticipato l'entrata in vigore del nuovo regolamento tecnico previsto per il 2021.

"Innanzitutto, la nostra priorità è la salute e la sicurezza dei tifosi, dei team e dell'organizzazione della Formula 1, nonché della società in generale" ha detto.

"Ci scusiamo con quei fan colpiti dalla cancellazione del Gran Premio d'Australia, così come dal rinvio delle altre gare ad oggi".

"Queste decisioni vengono prese dalla Formula 1, dalla FIA e dai promoter locali in circostanze in rapida evoluzione, ma riteniamo che siano state quelle giuste e necessarie".

condividi
commenti
Video - Isola: "Le Pirelli 2019 possono durare 3 anni?"

Articolo precedente

Video - Isola: "Le Pirelli 2019 possono durare 3 anni?"

Articolo successivo

F1: Norris avrà un disegno del casco diverso in ogni GP del 2020

F1: Norris avrà un disegno del casco diverso in ogni GP del 2020
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Formula 1
Evento GP d'Australia
Team Red Bull Racing
Autore Jonathan Noble