Formula 1
12 mar
-
15 mar
Prossimo evento tra
42 giorni
G
GP del Bahrain
19 mar
-
22 mar
Prossimo evento tra
49 giorni
02 apr
-
05 apr
Prossimo evento tra
63 giorni
G
GP della Cina
16 apr
-
19 apr
Prossimo evento tra
77 giorni
30 apr
-
03 mag
Prossimo evento tra
91 giorni
07 mag
-
10 mag
Prossimo evento tra
98 giorni
21 mag
-
24 mag
Prossimo evento tra
112 giorni
G
GP d'Azerbaijan
04 giu
-
07 giu
Prossimo evento tra
126 giorni
G
GP del Canada
11 giu
-
14 giu
Prossimo evento tra
133 giorni
25 giu
-
28 giu
Prossimo evento tra
147 giorni
02 lug
-
05 lug
Prossimo evento tra
154 giorni
G
GP di Gran Bretagna
16 lug
-
19 lug
Prossimo evento tra
168 giorni
G
GP d'Ungheria
30 lug
-
02 ago
Prossimo evento tra
182 giorni
G
GP del Belgio
27 ago
-
30 ago
Prossimo evento tra
210 giorni
03 set
-
06 set
Prossimo evento tra
217 giorni
G
GP di Singapore
17 set
-
20 set
Prossimo evento tra
231 giorni
24 set
-
27 set
Prossimo evento tra
238 giorni
08 ott
-
11 ott
Prossimo evento tra
252 giorni
G
GP degli Stati Uniti
22 ott
-
25 ott
Prossimo evento tra
266 giorni
G
GP del Messico
29 ott
-
01 nov
Prossimo evento tra
273 giorni
G
GP del Brasile
12 nov
-
15 nov
Prossimo evento tra
287 giorni
G
GP da Abu Dhabi
26 nov
-
29 nov
Prossimo evento tra
301 giorni

Honda sorpresa per le rotture dei motori Mercedes e Ferrari a Spa

condividi
commenti
Honda sorpresa per le rotture dei motori Mercedes e Ferrari a Spa
Di:
Tradotto da: Lorenza D'Adderio
4 set 2019, 09:20

Il direttore tecnico Honda formula 1 Toyoharu Tanabe è rimasto sorpreso nel vedere che Mercedes e Ferrari abbiano avuto dei guasti ai motori aggiornati dato che i loro record della pista sono molto forti.

Due delle sei nuove specifiche di motore Mercedes utilizzate al Gran Premio del Belgio sono state colpite da problemi, a cominciare dalla Racing Point di Sergio Perez, andata a fuoco nella prima sessione di prove libere, mentre la Williams di Robert Kubica si è rotta in maniera spettacolare. Ferrari ha fornito sia alle Haas sia all’Alfa Romeo di Antonio Giovinazzi un motore aggiornato prima di metterlo nelle sue monoposto questo weekend in Italia, ma la vettura #99 ha avuto un guasto in qualifica.

Honda ha passato molti anni a cercare di migliorare l’affidabilità da quando è rientrata in Formula 1 nel 2015 e ha avuto problemi importanti con McLaren, mentre Mercedes e Ferrari vantano degli ottimi risultati nell’era ibrida dei V6.

A Motorsport.com Tanabe ha dichiarato: “Sono sorpreso per due ragioni. Una è la loro affidabilità mostrata in passato e anche quest’anno. Possiamo usare solo tre motori a stagione, quindi devono fare più di 5000 chilometri. Hanno molta esperienza nel garantire un chilometraggio lungo e affidabilità utilizzando test di resistenza aerodinamici. Le nuove specifiche hanno superato il test di durata in fabbrica, poi il motore è arrivato in pista e ha avuto problemi. Questo è il problema e ciò che maggiormente mi sorprende. L’altra ragione è il controllo di qualità: forniscono due o tre squadre da molto tempo, sanno come controllare la qualità e come verificarla prima di portarla in gara”.

Honda sta ancora provando ad agganciare Mercedes e Ferrari e ha introdotto un aggiornamento in più dei suoi rivali quest’anno. Ma a differenza di questi due costruttori e di Renault, Honda non ha una divisione di lavoro e team clienti.  Anche se Red Bull è di fatto la sua entrata principale, Honda tratta il team senior e quello junior, Toro Rosso, in egual modo. Mercedes tende a distribuire motori tra gli ufficiali ed i clienti allo stesso tempo, mentre Ferrari generalmente lascia ad Haas ed Alfa un primo utilizzo per poi usarlo una gara dopo.

Tanabe ha affermato: “Quando abbiamo introdotto la Spec 3 lo scorso anno, abbiamo avuto dei problemi di calibrazione. Abbiamo imparato da questo e provato ad effettuare una calibrazione di alta qualità. Il tuo team è molto importante, quindi si può provare qualcosa con i team clienti, come le specifiche si comportano in pista, per poi ottimizzare la calibrazione e successivamente introdurre il motore al team. Ferrari ha una calibrazione mature o sanno come usare il motore in maniera efficiente, quindi performa bene da subito. Questa è una delle idee sull’utilizzo dei team clienti. Ma allo stesso tempo si pensa ‘siamo perfetti, possiamo introdurre i motori su tutti i team allo stesso tempo”.

Pierre Gasly, Toro Rosso STR14, leads Alex Albon, Red Bull RB15

Pierre Gasly, Toro Rosso STR14, leads Alex Albon, Red Bull RB15

Photo by: Jerry Andre / Sutton Images

Articolo successivo
Siedl: "Alonso? No, se non avesse corso Norris, c'era Sirotkin"

Articolo precedente

Siedl: "Alonso? No, se non avesse corso Norris, c'era Sirotkin"

Articolo successivo

Ferrari: Cardile, Mekies e i segreti di Monza

Ferrari: Cardile, Mekies e i segreti di Monza
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Formula 1
Evento GP del Belgio
Autore Scott Mitchell