Hembery: "C'è mezzo secondo fra la soft e la media"

Molte squadre potrebbero essere intenzionate a puntare sulla copertura più dura

Hembery:
Con la pioggia ancora protagonista delle qualifiche, proprio come a Silverstone due settimane fa, il pilota della Ferrari, Fernando Alonso, ha ottenuto la sua seconda pole consecutiva su pista bagnata, questa volta usando gli pneumatici Pirelli da bagnato Cinturato Blue wet. Ad Hockenheom sono stati scelti gli pneumatici P Zero White medium e P Zero Yellow soft: combinazione usata l’ultima volta in occasione del Gp d’Europa a Valencia. Tutti i piloti hanno iniziato la Q1 con gomme medie, in condizioni di cielo coperto e una temperatura ambientale di 17 gradi mentre quella di pista era di 25 gradi. Il giro più veloce è stata di Kimi Raikkonen in 1'15"693 che si è rivelato il migliore del week end. Prima della Q2 ha iniziato a piovere e tutti i 17 piloti che hanno disputato la sessione, hanno montato i Cinturato Green intermedi, anche se il livello di grip, con l’intensificarsi delle precipitazioni, è notevolmente diminuito. A cinque minuti dalla fine, il pilota Mercedes, Nico Rosberg, è stato il primo a passare alle rain Cinturato Blue wet, ma il miglior tempo è stato segnato dalla McLaren di Lewis Hamilton, con gomme intermedie. Prima dell’inizio della Q3 le condizioni meteo sono peggiorate e i primi 10 piloti hanno montato tutti pneumatici da bagnato estremo, Cinturato Blue. Dopo i primi cinque minuti, la pioggia è calata e la pista ha iniziato ad asciugarsi: la pole position si è decisa negli ultimi secondi, quando Alonso ha stampato un tempo di 1'40"621. Lo spagnolo ha montato un set nuovo di gomme da bagnato prima del suo ultimo giro, beneficiando di maggiore grip e di una pista parzialmente libera da traffico. Il Direttore Motorsport Pirelli, Paul Hembery, ha commentato: “Le squadre hanno avuto la possibilità di correre con le gomme morbide per la prima volta solo questa mattina; i dati a loro disposizione circa questa mescola erano limitati. Come è stato a Silverstone, i nostri pneumatici da bagnato e intermedi hanno preso ancora una volta il centro della scena. Domani è attesa una gara asciutta. Abbiamo ancora molte informazioni da analizzare, ma dai dati che abbiamo sinora ci si può attendere una differenza di circa 0"5 al giro tra la gomma morbida e la media, anche se la mescola media dovrebbe durare alcuni giri in più. Questo apre molte possibilità in termini di strategia, e potrebbe portare alcune squadre a preferire la media per la gara. Dopo una qualifica bagnata, tutti i piloti hanno parte della loro dotazione di gomme slick ancora a disposizione, e ciò aumenta la scelta. Considerato che siamo stati a Hockenheim solo in veste di fornitore di Gp3, due anni fa, tutte le squadre partiranno a parità di condizioni. Dunque, le squadre che saranno in grado di capire più velocemente le caratteristiche degli pneumatici, e di costruire una strategia efficace, avranno maggiori opportunità di vincere la gara domani”.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Articolo di tipo Ultime notizie