Hartley si piega ma non si spezza dopo l'addio alla Toro Rosso: "Ho ancora degli affari in sospeso in F1"

condividi
commenti
Hartley si piega ma non si spezza dopo l'addio alla Toro Rosso:
Di: Tom Errington
Tradotto da: Matteo Nugnes
28 nov 2018, 09:41

Brandon Hartley ha detto di avere ancora degli "affari in sospeso" in Formula 1 dopo essere stato tagliato dalla Toro Rosso per il 2019 a favore di Alexander Albon.

La sua uscita è stata confermata dall'annuncio ufficiale dell'ingaggio di Alexander Albon e il comunicato stampa della scuderia faentina ha omesso di menzionare Brendon Hartley.

Il pilota neozelandese ha ottenuto solo quattro punti nella sua carriera in Formula 1, ma il momento clou è arrivato quando ha ottenuto il sesto posto in griglia a Suzuka, nella gara di casa della Honda. 

Leggi anche:

La Casa giapponese, infatti, ha elogiato il lavoro di Hartley, ritenuto fondamentale per accelerare lo sviluppo in vista della partnership 2019 con la Red Bull.

"Domenica ho lasciato il circuito di Yas Marina a testa alta" ha detto Hartley in un post su Twitter. "Sono molto orgoglioso della mia storia e del mio viaggio fino ad ora, ma mi sento di avere ancora degli affari in sospeso in Formula 1. Per il momento, sono stati messi in attesa".

"Ho avuto delle difficoltà, ma sono fermamente convinto che le situazioni difficili ti rendano più forte. Aiuta anche il fatto che ho tante persone che mi supportano in Nuova Zelanda, amici, famiglia e moglie".   

Leggi anche:

"Voglio anche ringraziare il mio istruttore Rich e quasi tutto il personale della Toro Rosso, con cui mi sono divertito a lavorare in questa stagione: tutto il team di ingegneri, i meccanici, il marketing, le PR, la logistica, i ragazzi dell'hospitality, quelli della fabbrica e ovviamente tutte le persone di Honda Racing".

"Apprezzo molto il sostegno che ho ricevuto dai tifosi di tutto il mondo quest'anno. Ho ancora molte pagine da scrivere nella mia storia e trarrò il massimo delle opportunità del prossimo capitolo".

 

Le opzioni di Hartley per il 2019 però al momento non sono chiare. In precedenza si era legato alla Ganassi Racing in Indycar, ma è uscito da questo contratto proprio per disputare la stagione 2018 di Formula 1 con la Toro Rosso.

Per lui potrebbe presentarsi un'occasione in Formula E, ma nel 2019/2020, quando entrerà la Porsche, marchio a cui è rimasto molto legato dopo i successi ottenuti insieme nel FIA WEC. 

 

Articolo successivo
Fotogallery F1: Charles Leclerc fa il suo esordio da pilota titolare Ferrari ad Abu Dhabi

Articolo precedente

Fotogallery F1: Charles Leclerc fa il suo esordio da pilota titolare Ferrari ad Abu Dhabi

Articolo successivo

Red Bull fa subito esordire da pilota titolare Pierre Gasly nei test Pirelli di Yas Marina

Red Bull fa subito esordire da pilota titolare Pierre Gasly nei test Pirelli di Yas Marina
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Formula 1
Piloti Brendon Hartley
Team Toro Rosso Acquista adesso
Autore Tom Errington