Hamilton: "Ripaghiamo i fan di Spa con una gara gratuita"

Dopo quanto accaduto domenica scorsa, Lewis Hamilton ha chiesto che i fan presenti a Spa possano essere rimborsati con un ingresso gratuito in circuito. Della stessa idea è anche George Russell.

Hamilton: "Ripaghiamo i fan di Spa con una gara gratuita"

I fan che hanno affollato il tracciato di Spa-Francorchamps domenica scorsa sono rimasti delusi per una gara di appena due giri completi dietro la safety car scattata dopo oltre tre ore di interruzione.

Quanto avvenuto la scorsa settimana ha segnato un nuovo record per la Formula 1 come gara più breve della storia, battendo il precedente primato del GP di Austalia ’91 durato soli 14 giri.

Molti piloti, poi, sono rimasti perplessi quando è stato deciso di assegnare metà punteggio. Max Verstappen è così riuscito a ridurre il distacco in classifica da Lewis Hamilton portandosi a sole 3 lunghezze dal pilota della Mercedes.

Il sette volte campione del mondo ha definito quella di domenica scorsa una farsa ed ha sottolineato come la decisione di compiere pochi giri dietro la safety car sia stata presa solo per motivi commerciali.

Hamilton ha poi chiesto ai vertici della Formula 1 di rimborsare i fan, ma se una riprogrammazione del GP di Spa quest’anno non sembra essere possibile, una soluzione, secondo il pilota della Mercedes, sarebbe quella di offrire una gara gratuita agli spettatori.

“Amo questo posto e se si riuscisse a trovare una data in cui non ci sia il rischio pioggia per offrire una gara gratis ai fan sarebbe fantastico”.

L’idea di Hamilton è stata sostenuta da George Russell. Il pilota della Williams proprio a Spa-Francorchamps è riuscito a conquistare il primo podio in carriera.

“Se dovessimo tornare a Spa quest’anno non avrei nulla in contrario. È uno dei migliori circuiti al mondo e ci sono tanti fan che amano la Formula 1 e non hanno avuto l’opportunità di vedere lo spettacolo per cui erano venuti”.

“Offrire loro una gara gratuita sarebbe forse un modo per ripagarli per quanto accaduto”.

A differenza di quanto spesso accade in IndyCar ed in NASCAR, la Formula 1 non è stata in grado di posticipare la gara al lunedì a causa dell’elevato numero di persone coinvolte nell’evento.

Il presidente della FIA, Jean Todt, ha rivelato che i responsabili della F1 si incontreranno con i team ad inizio del prossimo mese per discutere di un possibile cambiamento regolamentare così da evitare il ripetersi di quanto accaduto domenica scorsa.

condividi
commenti
Ceccarelli: “Nei box di Spa non c’era l’attesa per un GP”
Articolo precedente

Ceccarelli: “Nei box di Spa non c’era l’attesa per un GP”

Articolo successivo

Russell esalta de Vries: "Merita una chance in Formula 1"

Russell esalta de Vries: "Merita una chance in Formula 1"
Carica i commenti