Hamilton: "Red Bull vicina e questo caldo per noi è un killer"

Il 6 volte iridato della Mercedes è stato autore di long run eccezionali, ma dopo quanto accaduto a Silverstone la settimana scorsa non si fida del caldo e nemmeno della Red Bull di Verstappen, anche oggi molto veloce.

Hamilton: "Red Bull vicina e questo caldo per noi è un killer"

Lewis Hamilton non si fida. Terminate le Libere 2 del Gran Premio di Spagna sul tracciato del Montmelo le Mercedes hanno firmato il primo e il secondo tempo con la solita prova di forza sul giro secco che sfoderano ormai dalla prima gara di questo 2020 così atipico.

Eppure, nonostante l'ottima giornata sia sulla simulazione qualifica che sul passo gara, il 6 volte iridato non vuole abbassare la guardia, in particolare dopo quanto accaduto la settimana passata con il blistering che ha letteralmente tarpato le ali alle fenomenali W11.

"E' dura là fuori con questo caldo. Non sono mai stato qui con queste temperature. E' un tempo davvero bello, ma è un killer per le monoposto e per le gomme", ha dichiarato senza remore Hamilton alla fine del secondo turno di libere.

"Oggi non ho visto blistering sulle nostre gomme, ma non lo abbiamo visto nemmeno al venerdì della gara passata. Non posso dire troppo, ma per noi è andata bene. I long run sono andati bene, ma non so quanto potremmo andare oltre a queste prestazioni, così come non so quanto potrà farlo la Red Bull".

Hamilton, come detto, ha sfoderato un passo eccezionale sui long run. Le W11 sembrano aver ritrovato smalto grazie alle tre mescole più dure della gamma Pirelli in dotazione nel 2020. Max Verstappen e la Red Bull, però, hanno siglato tempi molto simili. Ecco perché si potrebbe riproporre un duello molto atteso dopo averlo visto già lo scorso fine settimana a Silverstone.

"Per noi, però, questa è stata una buona giornata. In particolare la seconda sessione è stata buona per me, con ottimi long run. Siamo molto vicini alla Red Bull, dunque penso sarà una gara molto combattuta".

Per quanto riguarda le strategie in gara, Lewis non ha dubbi: a decidere quante soste dovranno fare le monoposto non sarà il team dopo attente valutazioni, ma il caldo che farà domenica: "Penso però che alla fine sarà il meteo a decidere quanti pit stop saranno fatti in gara, se uno o due".

condividi
commenti
Verstappen sincero: "Avrei preferito gomme più morbide"
Articolo precedente

Verstappen sincero: "Avrei preferito gomme più morbide"

Articolo successivo

Wolff: "Mercedes vicina alla firma del Patto della Concordia"

Wolff: "Mercedes vicina alla firma del Patto della Concordia"
Carica i commenti