Hamilton non viene punito dai commissari

Hamilton non viene punito dai commissari

Il pilota McLaren era stato convocato per un presunto tappo a Nico Rosberg a fine qualifiche

Per Lewis Hamilton è arrivata una tegola nel tardo pomeriggio: il pilota inglese della McLaren, insieme al rappresentante del suo team, era stato convocato dal collegio dei commissari sportivi per aver ostacolato la Mercedes di Nico Rosberg nell'ultimo giro della qualifica. L'inglese è stato messo sotto investigazione dal collegio che è composto da Garry Connelly, Poalo Longoni e Manuel Vidal a cui si è aggregato Mika Salo come ex pilota, ma il collegio ha deciso il non luogo a procedere, per cui la posizione al via in prima fila non viene messa in discussione. I commissari hanno analizzato tutti i dati che riguardavano il tratto di pista fra la curva 21 e la 25 che era quello incriminato: a seguito della verifica delle immagini video, audio e delle localizzazioni GPS delle monoposto e dei dati scaricati dalle rispettive telemetrie, sarebbe emerso che Lewis Hamilton non avrebbe percorso il pezzo di tracciato sotto inchiesta ad una velocità inferiore a quella di Nico Rosberg. Il minimo distacco fra la McLaren e la Mercedes sarebbe stato calcolato in 18 metri di distanza e uno spazio temporale di 1"1. Insomma è stata tutta una bolla di sapone...

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Lewis Hamilton , Nico Rosberg
Articolo di tipo Ultime notizie