Hamilton: "Impossibile tenere il passo di Max. Sto dando tutto"

Lewis Hamilton chiude al secondo posto il Gran Premio di Stiria di Formula 1. L'inglese non riesce a piegare la Red Bull di Max Verstappen, con l'olandese che allunga in classifica mondiale. Tra sette giorni la sfida si ripeterà sullo stesso tracciato in cui si è corso oggi

Hamilton: "Impossibile tenere il passo di Max. Sto dando tutto"

Sono anni che chiedeva lotta vera ed avversari per animare il campionato, ed alla fine Lewis Hamilton è stato accontentato. Il sette volte campione del mondo di Formula 1 ha chiuso al secondo posto il Gran Premio di Stiria, ottava prova del mondiale 2021, transitando sotto la bandiera a scacchi alle spalle della Red Bull di Max Verstappen, eroe di giornata.

Leggi anche:

Lewis ha provato ad avvicinare Verstappen in partenza, ma la RB16B è schizzata subito via senza lasciargli la minima possibilità di accennare nemmeno un timido attacco. Da quel momento in avanti, Hamilton non ha potuto far altro che vedere il posteriore della vettura di Max diventare sempre più piccolo avanti a sé, fino a sparire all'orizzonte. 

Una volta raggiunto il parco chiuso, l'inglese si complimenta con i rivali, cercando di spronare il team verso una rimonta che al momento appare difficile. "Ho condotto una gara abbastanza solitaria, cercavo di tenere il passo ma Max e la Red Bull hanno una velocità incredibile. Continuano a portare miglioramenti, ne hanno fatti diversi nelle ultime gare: per noi è impossibile tenere il loro passo".

"Non so dove continuiamo a perdere tempo nei loro confronti: i loro long run sono migliori dei nostri, dove inanellano giri veloci, ed in rettilineo perdiamo tanto. C'è del lavoro da fare per recuperare quel terreno, ma come team abbiamo conquistato buoni punti e dobbiamo continuare a spingere", continua Hamilton.

Il distacco di Lewis n classifica generale è ora salito a 18 lunghezze nei confronti di Verstappen. "Cerco di non preoccuparmi troppo, ma sono semplicemente più veloci di noi. Non posso fare più di così, devo fare il mio lavoro al meglio ogni week end e trovare il massimo della prestazione. Ma dobbiamo portare aggiornamenti di qualche tipo: l'ala posteriore, qualche aggiornamento di motore... Dobbiamo trovare il terreno che abbiamo perduto".

E proprio Hamilton era stato valido profeta ieri quando, al termine delle qualifiche, pronosticava una Red Bull vincente, con una Mercedes che non avrebbe potuto superarla. "Non abbiamo il passo puro per poterli superare, sarei sorpreso se riuscissimo a farlo", parole che non sembrano un biglietto da visita vincente per il prossimo fine settimana, quando si correrà il Gran Premio d'Austria sempre al Red Bull Ring.

condividi
commenti
Verstappen: “La vittoria è merito di come gestiamo le gomme”
Articolo precedente

Verstappen: “La vittoria è merito di come gestiamo le gomme”

Articolo successivo

Leclerc: "Una delle mie migliori performance, escluso il crash"

Leclerc: "Una delle mie migliori performance, escluso il crash"
Carica i commenti