GP Monaco: la F1 apre al pubblico nel Principato

A Monte Carlo è in corso l'allestimento del tracciato che ospiterà il GP di Monaco il 23 maggio: gli organizzatori hanno previsto che ci sia il pubblico tra il 40 ed il 50% della capienza complessiva. Si tratta di una bella notiza per gli appassionati italiani.

GP Monaco: la F1 apre al pubblico nel Principato

“Back in Town” è lo slogan della 78ma edizione del Gran Premio di Monaco del prossimo 23 maggio, e sottolinea il ritorno della Formula 1 nel Principato dopo l’assenza forzata dello scorso anno.

Da diverse settimane i lavori per l’allestimento del circuito procedono a pieno ritmo, e dovranno essere completati per accogliere il Gran Premio riservato alle vetture storiche in programma dal 23 al 25 aprile prossimi.

L’inizio dei lavori ha confermato che a Monte Carlo non tornerà solo la Formula 1, ma anche il pubblico.

Sono infatti in via di completamento tutte le tribune che caratterizzano il tracciato monegasco, ed anche sui canali ufficiali è iniziata la prevendita dei biglietti. Al momento l’unica misura di sicurezza legata al Covid è la disposizione degli spettatori a ‘scacchiera’, ovvero l’alternanza di un posto occupato con uno che verrà lasciato libero.

Un sistema già visto nelle gare Nascar ed in altre manifestazioni sportive, che consente la presenza di un numero di spettatori tra il 40 ed il 50% della capienza complessiva.

Al momento non è ancora chiaro se ci saranno altre regole che gli spettatori intenzionati ad assistere al Gran Premio di Monaco dovranno rispettare.

La situazione, come in ogni altra nazione, è in continua evoluzione, ed anche in questo caso dipenderà dal quadro che ci sarà in prossimità della settimana del Gran Premio. Per chi proviene dall’Italia potrebbe essere richiesto un test ‘tampone’, ma in questo caso è una possibilità che si riserverebbero le autorità francesi.

condividi
commenti
Podcast: Jacques Villeneuve, 50 anni e un "casco" di ricordi
Articolo precedente

Podcast: Jacques Villeneuve, 50 anni e un "casco" di ricordi

Articolo successivo

Mercedes: c'è il ricambio, ma avviene senza fughe di cervelli

Mercedes: c'è il ricambio, ma avviene senza fughe di cervelli
Carica i commenti