GP Italia: i 5 Stelle vogliono cancellare il contributo di Regione Lombardia per la F1

condividi
commenti
GP Italia: i 5 Stelle vogliono cancellare il contributo di Regione Lombardia per la F1
Franco Nugnes
Di: Franco Nugnes
15 dic 2018, 11:50

De Marco, assessore pentastellato, vuole cancellare i 5 milioni di euro all'anno che la Regione Lombardia ha stanziato a supporto dell'ACI per mantenere nel calendario della F1 Monza, segnalando che ci sono ricchi sponsor privati, ma senza sapere dove vanno a finire quei soldi...

Povera Italia. Anzi povero GP d’Italia. Perché adesso le liti governative fra Lega e 5 Stelle arrivano a toccare anche Monza. Si avete capito bene, perché con un emendamento firmato da Nicola De Marco, assessore pentastellato, è stata presentata in Regione Lombardia una mozione che punta a cancellare il contributo regionale di 5 milioni euro per 5 anni stanziato a supporto del GP d’Italia.

La motivazione? Risibile! Leggete con attenzione cosa è scritto nel documento:

“Si ritiene che soggetti pubblici non debbano pagare un privato per salvare il GP di Monza con i fondi pubblici, e ciò nonostante l’evento possa contare su miliardi di euro di pubblicità da parte di sponsor privati. Un aiuto inopportuno considerato che i soldi dei cittadini impegnati potrebbero essere indirizzati verso utilizzi più necessari”.

Abbiamo l’ennesimo esempio della totale incompetenza di chi è chiamato a prendere decisioni sulla pelle dei cittadini. Nicola De Marco, insieme agli altri quattro firmatari del suo partito che hanno sottoscritto il documento, parlano senza sapere quello che dicono. 

Leggi anche:

Il contributo di 5 milioni di euro all’anno viene erogato all’ACI che non è un soggetto privato, visto che tocca all’ente statale presieduto da Angelo Sticchi Damiani pagare il fee a Liberty Media per avere la F1 nel “tempio della velocità”. Non solo, ma i proventi degli sponsor (che non sono affatto miliardari, altra corbelleria enorme!) finiscono nelle casse della FOM, mentre l’organizzatore di deve arrangiare a coprire tutti i costi con i soli biglietti di ingresso. Una fetta di torta troppo piccola per onorare il contratto con la F1. E siccome la gara italiana con tutto l'indotto genera un volume di affari che ha una grande ricaduta sul territorio, non si capisce perché si dovrebbe uccidere il GP d'Italia...

Ma se non si vuole più il GP a Monza basta dirlo, senza inventare scuse meschine, cercando di mettere in crisi il partner di Governo, la Lega, che il finanziamento l’ha reso possibile. Il signor De Marco si ricordi, inoltre, che a Imola, comune che è diventato a conduzione 5 Stelle dopo le ultime elezioni farebbero carte false per prendersi il GP d’Italia e portarlo all’Enzo e Dino Ferrari. Che la mano destra non sappia cosa vuole fare quella sinistra? 

 
Articolo successivo
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Formula 1
Location Autodromo Nazionale Monza
Autore Franco Nugnes