GP Italia: Bottas nella Sprint Qualifying, ma in pole va Verstappen

Verstappen con il secondo posto nella Sprint Qualifying scatterà in pole del GP d'Italia con la Red Bull, perché Bottas, vittorioso nella garetta, sarà retrocesso in ultima fila per aver sostituito il motore. Hamilton dopo una pessima partenza ha concluso quinto dietro alle due Mercedes: Ricciardo terzo è stato davanti a Norris. Le Ferrari sono sesta con Leclerc e settima con Sainz davanti all'ottimo Giovinazzi con l'Alfa Romeo.

GP Italia: Bottas nella Sprint Qualifying, ma in pole va Verstappen

I piani della Mercedes non hanno funzionato e l'unico che sorride nel team campione del mondo è Valtteri Bottas che si è aggiudicato la Sprint Qualifying, la garetta del sabato che ha fatto da antipasto al GP d'Italia.

Il momento decisivo è stato la partenza: poi è stato tutto scontato: Hamilton non è stato lesto nello stacco della frizione al via e, mentre Valtteri è scattato al comando per non essere più ripreso, il campione del mondo è finito quinto, ingoiato dalla Red Bull di Max Verstappen e dalle due McLaren di Daniel Ricciardo e Lando Norris.

Siccome Bottas ha smarcato la quarta power unit stagionale, il finlandese mette nel carniere tre punti iridati, ma domani sarà costretto a partire ultimo nella griglia del GP. E così la pole andrà a Max Verstappen che si vede servito un regalo incredibile. L'olandese non poteva sperare niente di più: con la RB16B scatterà davanti a tutti dopo aver allungato di altri due punti il suo bottino nel mondiale piloti, portando a 5 punti il vantaggio su Hamilton nel ruolo del "cornuto e mazziato".

Lewis, quinto, sperava di fare un solo boccone delle due McLaren e, l'epta campione ha scoperto quanto sia complicato superare le MCL35 M velocissime sui dritti del "tempio della velocità". Il team di Woking ha osato le gomme soft nella speranza di agguantare la Red Bull dell'olandese e, invece, sono servite a tenere dietro la Mercedes di Hamilton.

Toto Wolff ha di che recriminare perché non poteva andare peggio per la Stella: Valtteri Bottas centra la prima vittoria stagionale (che non conta niente), dopo aver firmato la pole in qualifica, ma il suo ruolo è quello della meteora. Il nordico sembra essersi sbloccata dopo aver saputo con certezza quale sarà il suo futuro e si è goduto la medaglia che gli è stata consegnata da Jacobs, oro italiano alle Olimpiadi di Tokyo nei mitici 100 metri.

E' l'anno di Verstappen: gli gira tutto bene anche nella gara che sulla carta dovrebbe giocare a favore del rilancio della Mercedes dopo la mazzata inferta a Hamilton in Olanda la scorsa settimana.

Medaglia di bronzo per il risvegliato Daniel Ricciardo al primo exploit con la McLaren: l'australiano ha la grande occasione di tornare in prima fila. Daniel ha la grande chance domani di sperare in una buona partenza per inseguire un sogno che fino a ieri sembrava proibito per lui: tornare a vincere.

Lando Norris è quarto e si è dovuto difendere da Hamilton che ci ha provato in tutti i modi a mettersi in caccia della McLaren, ma la sua W12 più carica non gli ha permesso di provare nemmeno un attacco con il DRS. E questo sarà un grosso problema domani, perché Bottas ha osato una freccia nera più scarica che Lewis non ha gradito. Una scelta che potrebbe costare cara nell'economia del mondiale.

La Ferrari può tirare il fiato con Charles Leclerc sesto e Carlos Sainz settimo, dopo i guai del mattino. La squadra del Cavallino ha ritrovato un po' di morale per una agra che sarà difficilissima. La SF21 non è affatto un portento se si considera che il prodigioso Antonio Giovinazzi con l'Alfa Romeo è arrivato a tiro delle Rosse. Il "pilota di scorta" della Ferrari ha dato un saggio delle sue qualità, resistendo al ritorno di Sergio Perez con la Red Bull in rimonta.

Chi recrimina è Pierre Gasly: nel traffico della Prima Variante il francese ha toccato leggermente una McLaren. Il pilota dell'AlphaTauri non si è accorto che l'ala anteriore era danneggiata e quando è arrivato al Curvone si è staccata in piena velocità, finendo sotto al muso. La AT02 senza controllo è andata per la tangente schiantandosi contro le protezioni, ricordando quello che è successo a Roland Ratzenberger nel tragico GP di San Marino 1994.

Nessun danno per il pilota, ma Pierre sarà costretto a partire dall'ultima fila, mentre era ottimo sesto in griglia. Da segnalare anche la macchinata di Yuki Tsunoda data alla Roggia a Robert Kubica.

Cla Pilota Telaio Giri Tempo Distacco Distacco km orari
1 Finland Valtteri Bottas
Mercedes 18 27'54.078 223.570
2 Netherlands Max Verstappen
Red Bull 18 27'56.403 2.325 2.325 223.260
3 Australia Daniel Ricciardo
McLaren 18 28'08.612 14.534 12.209 221.645
4 United Kingdom Lando Norris
McLaren 18 28'12.913 18.835 4.301 221.082
5 United Kingdom Lewis Carl Davidson Hamilton
Mercedes 18 28'14.089 20.011 1.176 220.929
6 Monaco Charles Leclerc
Ferrari 18 28'17.520 23.442 3.431 220.482
7 Spain Carlos Sainz Vázquez de Castro
Ferrari 18 28'22.030 27.952 4.510 219.898
8 Italy Antonio Maria Giovinazzi
Alfa Romeo 18 28'25.167 31.089 3.137 219.494
9 Mexico Sergio Pérez Mendoza
Red Bull 18 28'25.758 31.680 0.591 219.417
10 Canada Lance Stroll
Aston Martin 18 28'32.749 38.671 6.991 218.522
11 Spain Fernando Alonso
Alpine 18 28'33.873 39.795 1.124 218.379
12 Germany Sebastian Vettel
Aston Martin 18 28'35.255 41.177 1.382 218.203
13 France Esteban Ocon
Alpine 18 28'37.451 43.373 2.196 217.924
14 Canada Nicholas Latifi
Williams 18 28'40.055 45.977 2.604 217.594
15 United Kingdom George Russell
Williams 18 28'40.899 46.821 0.844 217.487
16 Japan Yuki Tsunoda
AlphaTauri 18 28'44.055 49.977 3.156 217.089
17 Russian Federation Nikita Mazepin
Haas 18 28'56.677 1'02.599 12.622 215.511
18 Poland Robert Kubica
Alfa Romeo 18 28'59.174 1'05.096 2.497 215.202
19 Germany Mick Schumacher
Haas 18 29'00.232 1'06.154 1.058 215.071
20 France Pierre Gasly
AlphaTauri 0
condividi
commenti
Confartigianato Motori: la premiazione della 39esima edizione
Articolo precedente

Confartigianato Motori: la premiazione della 39esima edizione

Articolo successivo

Verstappen fiducioso: "La Red Bull avrà una buona velocità"

Verstappen fiducioso: "La Red Bull avrà una buona velocità"
Carica i commenti