GP di Francia: saranno 2 le zone del Paul Ricard in cui i piloti potranno usare il DRS

condividi
commenti
GP di Francia: saranno 2 le zone del Paul Ricard in cui i piloti potranno usare il DRS
Giacomo Rauli
Di: Giacomo Rauli
20 giu 2018, 09:53

I tratti interessati sono il rettilineo di partenza-arrivo e la prima parte del rettilineo del Mistral, quello che collega Curva 7 alla chicane composta da Curva 8 e 9. Potrebbe essere inserita una terza zona nel corso del weekend.

In questo fine settimana la Formula 1 tornerà per svolgere il Gran Premio di Francia, che nel calendario del Circus iridato mancava da ben 10 anni. L'ultima edizione era infatti datata 2008, ma fu disputata sulla pista di Magny-Cours.

Quest'anno il Gran Premio di Francia sarà disputato al Paul Ricard, a 28 anni esatti dall'ultima volta che ospitò un GP con valenza mondiale.

La Federazione Internazionale dell'Automobile ha reso note le zone in cui sarà possibile per i piloti utilizzare il DRS nel corso del fine settimana di gara. I tratti della pista eletti sono due.

Il primo di questi è il rettilineo di partenza e arrivo, mentre il secondo è il lungo rettilineo del Mistral, interrotto da una chicane che ospita Curva 8 e 9.

Nel primo rettilineo, quello di partenza, sarà possibile attivare il DRS 115 metri dopo l'ultima curva, Curva 15, per sfruttarlo sino alla prima chicane composta da Curva 1 e 2.

Il secondo tratto in questione è quello che collega Curva 7 alla chicane che interrompe il rettilineo del Mistral. Il DRS sarà attivabile 170 metri dopo Curva 7.

La Federazione si è riservata di attuare alcuni cambiamenti una volta viste girare le monoposto dopo le libere del venerdì. Qualora le zone DRS non funzionassero a dovere, potrebbero essere cambiate nel corso del fine settimana.

Potrebbe essere inserita addirittura una terza zona dopo la chicane che spezza il rettilineo del Mistral.

Mappa del circuito del Paul Ricard

Mappa del circuito del Paul Ricard

Photo by: FIA

 
Articolo successivo
Boullier: "Credo che Norris sarà pronto per la Formula 1 nel 2019, ne sono sicuro"

Articolo precedente

Boullier: "Credo che Norris sarà pronto per la Formula 1 nel 2019, ne sono sicuro"

Articolo successivo

Ferrari: il cambio di scorta con la sospensione posteriore già assemblata

Ferrari: il cambio di scorta con la sospensione posteriore già assemblata
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Formula 1
Evento GP di Francia
Autore Giacomo Rauli