F1 | GP della Cina confermato fino al 2025

La Formula 1 ha esteso l’accordo per mantenere il Gran Premio della Cina a Shanghai fino al 2025, anche se la gara non è presente nel calendario di quest’anno.

F1 | GP della Cina confermato fino al 2025

La gara in Cina è stata la prima ad essere cancellata a causa del Coronavirus nel 2020 e non è riuscita a rientrare nel calendario nemmeno quest’anno. Per via delle restrizioni per i viaggi internazionali nel paese ancora molto rigide per tenere sotto controllo l’impatto del Covid-19, la Formula 1 ha deciso di non recarsi in Cina anche nel 2022 per evitare problemi che potrebbero sorgere.

Nonostante la prolungata assenza, la Formula 1 è sempre stata aperta all’impegno a lungo termine nel paese e ha esteso l’accordo per mantenere il Gran Premio di Cina fino al 2025. Stefano Domenicali, CEO della Formula 1, afferma: “È una grande notizia per tutti i nostri fan in Cina e siamo contenti di annunciare questo accordo che ci vedrà correre a Shanghai fino al 2025”.

“La nostra collaborazione con il promoter Juss Sports è incredibilmente forte e non vediamo l’ora di proseguire questa partnership a lungo termine. Siamo dispiaciuti di non poter includere la Cina nel calendario del 2022 a causa della pandemia, ma verrà re-introdotta il prima possibile appena le condizioni lo permetteranno e non vediamo l’ora di tornare con i fan appena si potrà”.

Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1, 1° classificato, mostra il suo trofeo ai tifosi

Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1, 1° classificato, mostra il suo trofeo ai tifosi

Photo by: Joe Portlock / Motorsport Images

La Cina ha ospitato la sua prima gara a Shanghai nel 2004 e da allora la popolarità della Formula 1 nel paese è cresciuta in maniera considerevole. Ora la Formula 1 sta provando a incrementare la propria presenza negli Stati Uniti, ma è consapevole del fatto che il mercato asiatico è importante per i team e per gli sponsor del campionato.

Shanghai ha recentemente preso uno dei primi slot nel calendario e tornerebbe nelle prime fasi di stagione nel 2023, se le restrizioni sui viaggi dovessero essere meno rigide in quel periodo. La Formula 1 ha annunciato un calendario di 23 gare per la prossima stagione ed è riluttante ad aumentare il numero oltre quella cifra. Questo significherebbe che il ritorno della Cina sarebbe a scapito di una delle gare già presenti nel calendario attuale.

condividi
commenti
Red Bull: ecco dove la RB16B fa una grande differenza
Articolo precedente

Red Bull: ecco dove la RB16B fa una grande differenza

Articolo successivo

Wolff: "Lewis non cambia motore, abbiamo risolto il problema"

Wolff: "Lewis non cambia motore, abbiamo risolto il problema"
Carica i commenti