Formula 1
02 lug
-
05 lug
FP1 in
17 Ore
:
05 Minuti
:
05 Secondi
G
GP di Stiria
09 lug
-
12 lug
Prossimo evento tra
6 giorni
G
GP 70° Anniversario
06 ago
-
09 ago
Prossimo evento tra
34 giorni
G
GP del Messico
29 ott
-
01 nov
FP1 in
120 giorni
G
GP del Brasile
12 nov
-
15 nov
FP1 in
133 giorni
G
GP da Abu Dhabi
26 nov
-
29 nov
FP1 in
147 giorni

Giovinazzi: "Dai test di Barcellona ad oggi la SF71H è migliorata in maniera impressionante!"

condividi
commenti
Giovinazzi: "Dai test di Barcellona ad oggi la SF71H è migliorata in maniera impressionante!"
Di:
31 lug 2018, 17:22

L'Italiano della Ferrari è stato il più veloce nella giornata di apertura dei test in Ungheria e con le gomme hypersoft è riuscito a scendere sotto al record della pista di Vettel. Una bella prova per Antonio, a caccia di un sedile per il 2019

Antonio Giovinazzi, Ferrari SF71H
Antonio Giovinazzi, Ferrari SF71H
Antonio Giovinazzi, Ferrari SF71H
Antonio Giovinazzi, Ferrari
Antonio Giovinazzi, Ferrari SF71H
Antonio Giovinazzi, Ferrari SF71H
Antonio Giovinazzi, Ferrari SF71H
Antonio Giovinazzi, Ferrari SF71H
Antonio Giovinazzi, Ferrari SF71H
Antonio Giovinazzi, Ferrari SF71H

Quasi 100 giri (96 per la precisione), zero errori ed il miglior tempo di giornata. Un crono che non passa proprio inosservato (1’15”648), ed anche se non entrerà in alcuna statistica, è di fatto il record ufficioso dell’Hungaroring. Antonio Giovinazzi ha terminato la giornata con un sorriso che ha detto molto, visibilmente soddisfatto e contento del lavoro completato. E hanno detto molto anche le pacche sulle spalle arrivate dai tecnici presenti nel box del Cavallino, gesti che a volte valgono più di molte parole. Poi è toccato a Giovinazzi parlare…

Vista dall’esterno la tua è sembrata una giornata perfetta…
“A parte le ultime due ore, in cui è caduta la pioggia, direi che è stata una giornata molto positiva. È sempre bello guidare una Ferrari, e devo dire che mi sono divertito”.

È stato impegnativo ritrovare il feeling con la SF71H?
“Arrivavo da una FP1 disputata lo scorso venerdì su una pista molto sporca e al volante di una monoposto differente come la Sauber, che per quanto sia cresciuta molto, non è ancora una Ferrari. Ma devo dire che è sempre più facile adattarsi ad una monoposto più performante piuttosto che il contrario. Stamattina ho iniziato a prendere confidenza e ho raggiunto un buon feeling con le gomme medie, poi nel pomeriggio siamo passati a mescole più morbide e i tempi si sono abbassati”.

Nella prima parte della sessione pomeridiana hai impressionato già con la gomma media, girando su tempi molto significativi.
“Ci siamo avvicinati alla modalità qualifica con le medie, poi siamo passati a supersoft ed hypersoft. L’obiettivo principale non era quello di ottenere dei tempi, ma di fornire al team i dati di cui ha bisogno, e sono contento del contributo che sono riuscito a dare”.

Leggi anche:

Hai usato anche la modalità ‘qualifica’ della power unit?
“Onestamente non lo so! Quello però di cui sono certo è che il grip della hypersoft è impressionante! Mi sono proprio divertito in quel giro lanciato”

È difficile pensare cosa tu possa fare di più per lanciare messaggi in merito al tuo futuro…
“L’obiettivo era fare bene e cercare di confermare che sono all’altezza del compito. Ma non mi sento sotto pressione, è stato un test positivo e sono soddisfatto”

La SF71H è ritenuta in questo momento la vettura di riferimento. Confermi?
“Avevo provato la monoposto nei rookie test di Barcellona, e devo dire che da maggio ad oggi è migliorata in modo impressionante. Credo che la squadra abbia fatto un gran lavoro”.

Quali aree sono migliorate?
“Credo ovunque! A me è piaciuta davvero tanto”.

Domani ti aspetta la Sauber...
“Sì, sarà interessante perché avrò più tempo per girare rispetto ad una sessione FP1. La Sauber ha dimostrato di essere migliorata davvero tanto, e non vedo l’ora che sia domani”.

Articolo successivo
Test Hungaroring, Giorno 1: Giovinazzi e la Ferrari chiudono in testa limando ancora il record della pista

Articolo precedente

Test Hungaroring, Giorno 1: Giovinazzi e la Ferrari chiudono in testa limando ancora il record della pista

Articolo successivo

Giovinazzi è pronto per la Formula 1, ora merita una vera chance

Giovinazzi è pronto per la Formula 1, ora merita una vera chance
Carica i commenti