Gasly: “Sorpreso dal lasciar correre l’incidente con Leclerc”

Pierre Gasly si è detto sorpreso del fatto che Charles Leclerc non sia stato messo sotto investigazione per aver innescato il contatto nel primo giro del GP di Stiria dello scorso fine settimana.

Gasly: “Sorpreso dal lasciar correre l’incidente con Leclerc”

Leclerc ha rotto la sua ala anteriore a causa di un contatto con lo pneumatico posteriore sinistro di Gasly mentre lottava con il rivale dell’AlphaTauri durante il primo giro del Gran Premio di Stiria, al Red Bull Ring. Mentre Leclerc è stato in grado di rientrare ai box per una sostituzione dell'ala anteriore e alla fine ha rimontato fino alla settima posizione, il danno alla macchina di Gasly ha messo la parola fine alla sua gara.

Il direttore di gara di Formula 1 Michael Masi ha esaminato l'incidente, ma ha ritenuto che fosse solo un contatto di gara come quelli tipici del primo giro, quindi non ha richiesto un’indagine da parte dei commissari della FIA. Tuttavia, Gasly ritiene che l'incidente avrebbe meritato uno sguardo in più, e si aspetta ulteriori colloqui sulla posizione della FIA durante il briefing dei piloti di venerdì sera al GP d'Austria.

Nel giovedì dell’Austria, secondo appuntamento consecutivo al Red Bull Ring, Gasly ha affermato: “Alla fine non ha molta importanza per me, ma devo dire che sono stato un po’ sorpreso al momento che non ci sono state ulteriori indagini”.

“Ovviamente non è stato fatto di proposito, e non è qualcosa che Charles ha fatto deliberatamente, ma sicuramente ha avuto una conseguenza abbastanza grande sulla mia gara. Soprattutto dopo aver visto Valtteri Bottas prendere una penalità di tre posti in griglia per aver perso il controllo della sua auto nella pitlane. Ma lui non ha davvero influenzato la gara di nessun altro. Invece questo ovviamente ha avuto un impatto sulla mia gara, devo dire che sono rimasto sorpreso. Ma alla fine, mi interessa solo la mia gara, e non c'è molto che possa cambiare qualcosa su quel lato. Quindi è solo qualcosa di cui probabilmente parleremo con Michael”.

L’amministratore delegato della Formula 1 Ross Brawn ha suggerito all'inizio di questa settimana che l'incidente è stato forse innescato dall'impazienza di Leclerc quando combatte nel centro gruppo, ma il pilota della Ferrari non era convinto e ha affermato: “Per la mia gara ruota a ruota, in realtà sono abbastanza soddisfatto. È sempre ovviamente al limite, ma se si guarda l’ultima gara, ci ha aiutato in modo importante a tornare in gruppo senza perdere troppo ritmo. È sempre un buon equilibrio. Forse era un po’ troppo nel primo giro, ma ho parlato con Pierre. Tutto va bene, e questo è tutto”.

Gasly ha confermato che Leclerc ha parlato con lui domenica sera dopo il GP della Stiria, ma non era di buon umore in quel momento. Il francese ha detto: “È venuto a trovarmi dopo la gara. Ero ancora incazzato. Non importa anche se si è amici. Eppure, ero ancora abbastanza arrabbiato. Ma lo conosco, so come corre, è un pilota corretto e si vede che non l'ha fatto apposta. È solo difficile, ma fa parte delle corse, e queste cose succedono ogni tanto”.

condividi
commenti
Hamilton: "Sapevo che sarebbero arrivati aggiornamenti"

Articolo precedente

Hamilton: "Sapevo che sarebbero arrivati aggiornamenti"

Articolo successivo

Verstappen: "Non è il momento di deconcentrarsi"

Verstappen: "Non è il momento di deconcentrarsi"
Carica i commenti