Gasly: "Scioccante perdere l'ala anteriore in questo modo"

Il pilota dell'AlphaTauri ha perso l'ala anteriore dopo un passaggio violento sul cordolo ed è stato costretto ad abortire l'ultimo tentativo. Nonostante l'inconveniente Gasly scatterà dalla quarta casella.

Gasly: "Scioccante perdere l'ala anteriore in questo modo"

Ormai vedere il nome di Pierre Gasly nelle zone nobili della classifica non fa più notizia. Il francese dell’AlphaTauri è diventato un top driver e sta consentendo al team di Faenza di lottare ad armi pari con l’Alpine per il quinto posto nel costruttori.

Anche in Qatar Gasly è stato semplicemente perfetto in qualifica. Pierre, che già aveva ottenuto il secondo tempo al termine delle FP1 e delle FP2, ha chiuso con il quarto crono alle spalle dei due principali protagonisti della stagione 2021, Lewis Hamilton e Max Verstappen, e della Mercedes affidata a Valtteri Bottas.

Il vincitore del GP di Monza 2020, però, ha vissuto una finale di sessione ad alto tasso di emozioni. Giunto nella parte conclusiva del tracciato di Losail, Pierre è transitato in modo duro su un cordolo e l’ala anteriore della sua AlphaTauri non ha retto l’urto finendo per spezzarsi, volare via e tranciare l’anteriore destra.

Leggi anche:
Leggi anche:

Gasly ha così dovuto abortire l’ultimo giro ed ha accostato la sua monoposto sul rettilineo d’arrivo costringendo i commissari di percorso ad esporre le doppie bandiere gialle,

 “È stato un po' scioccante perdere l’ala anteriore in questo modo e trovarmi con una foratura” ha dichiarato Pierre ai microfoni di Sky Sport F1 HD. “Stavo realizzando un bel giro, avevo un decimo a mezzo di vantaggio sul mio crono e sarei riuscito ad avvicinarmi ancora di più alle prime posizioni”.

“Va bene lo stesso. Sono quarto, è stata una qualifica fantastica per noi e credo che possiamo essere molto contenti”.

Pierre Gasly, AlphaTauri AT02

Pierre Gasly, AlphaTauri AT02

Photo by: Charles Coates / Motorsport Images

Gasly sarà il primo pilota in griglia a prendere il via con le Pirelli soft. Il francese ha spiegato di non aver mai considerato il passaggio della Q2 con gomma media e di aver preso questa decisione già al venerdì.

“Per noi è sempre stata questa la strategia. Volevamo avere la massima possibilità di scelta delle gomme in gara e tutte sono disponibili per domani. Già prima delle qualifiche ho deciso che avrei preso il via con le soft e abbiamo seguito questo piano”.

L’inconveniente capitato a Gasly nel finale potrebbe mettere nei guai Max Verstappen. L’olandese, infatti, ha migliorato il proprio crono quando sul rettilineo d’arrivo i commissari di percorso stavano sventolando le doppie bandiere gialle per la presenza della AlphaTauri numero 10 ferma a bordo pista.

In attesa di capire se il leader del campionato verrà penalizzato o meno, Pierre ha affermato che domani non potrà essere lui l’alleato dell’olandese in assenza di un Sergio Perez naufragato in questo sabato ed autore, a sorpresa, dell’undicesimo tempo.

“Io non guido la Red Bull, quindi non posso aiutarlo allo stesso modo di Checo. Sicuramente farò del mio meglio, cercherò di lottare con le Mercedes ma bisogna essere realisti”.

“Le proverò tutte, ma penso che i primi tre scapperanno via. Credo che lotteremo con Fernando Alonso, Lando Norris, Carlos Sainz e gli altri che ci seguono. Se ci sarà l’opportunità in partenza, però, vedrò di coglierla”.

condividi
commenti
Podcast | Bobbi: "Per Max la chiave è la prima curva"
Articolo precedente

Podcast | Bobbi: "Per Max la chiave è la prima curva"

Articolo successivo

Hamilton in pole col motore vecchio, Max spera nel via

Hamilton in pole col motore vecchio, Max spera nel via
Carica i commenti