Spa, qualifica: Vettel in pole alla Senna

Spa, qualifica: Vettel in pole alla Senna

Sebastian sorprende Hamilton all'ultima curva. Terzo Hamilton, quarto Massa. Alonso ottavo

Nona pole position stagionale per Sebastian Vettel che con la Red Bull ottiene un favoloso 1'48"298 con le gomme slick proprio nell'ultimo giro, strappando la prima posizione a Lewis Hamilton che l'aveva conquistata solo pochi attimi prima. Il campione del mondo, che è rimasto coperto per due giorni, ha piazzato una zampata da grande pilota, degna dell'Ayrton Senna dei tempi migliori. Se aspettavamo una conferma dal tedeschino dopo tre Gp non certo brillantissimi, abbiamo avuto una pronta risposta. Sebastian ha rifilato mezzo secondo alla McLaren di Hamilton, mentre Mark Webber non è riuscito a festeggiare il suo 34. compleanno con una pole, ma anzi si è dovuto accontentare solo del terzo posto. Grandissima delusione la Ferrari con Felipe Massa quarto (a due secondi dalla Red Bull!) e addirittura Fernando Alonso solo ottavo (a tre secondi dalla pole!): la 150° Italia non si è adattata alla pista che stava asciugando e i due piloti del Cavallino sono letterlmente... naufragati nel traffico, in particolare lo spagnolo che si è perso dietro a Perez. Un disastro per una squadra che ancora ha ambizioni di vittoria. Il quinto tempo non è sfuggito a Nico Rosberg dignitoso con la Mercedes, mentre le grandi sorprese sono venute da Jaime Alguersuari ottimo sesto con la Toro Rosso e da Bruno Senna settimo al debutto con la Lotus Renault e che non ha fatto certo rimpiangere Nick Heidfeld. Bella anche la prestazione di Sergio Perez, nono con la Sauber, davanti al russo Petrov, relegato al ruolo di secondo pilota nel team di Enstone. Q1 Il primo escluso eccellente è stato Michael Schumacher che ha perso la ruota posteriore destra mal serrata fra la chicane di Les Combes e il tornante Rivage: il tedesco ha sbattuto, per fortuna senza danni fisici, ma la celebrazione dei 20 anni in F.1 meritava ben altra attenzione e cura!. Per la Mercedes una figuraccia... La pista era bagnata, ma non pioveva e i piloti hanno scelto di girare con le Pirelli intermedie. Nel finale della sessione è tornata la pioggia nel primo e nell'ultimo settore. Heikki Kovalainen con la Lotus è riuscito a passare la tagliola della Q1, cacciando negli "inferi" Paul Di Resta (Force India). D'Ambrosio, Liuzzi e Ricciardo non sono riusciti ad ottenere un tempo utile a rientrare nel 107% che è la barriera da superare per regolamento per essere ammessi al via. Per il fatto che sia rimasto fuori dalla griglia anche Michael Schumacher (non per colpa sua) inevitabilmente i commissari sportivi della FIA decideranno la riammissione di tutti i piloti al via della corsa. Q2Piove all'inizio della seconda sessione ma tutti i piloti hanno scelto le coperture intermedie. Adrian Sutil è stato la prima vittima del secondo turno: il tedesco è andato a sbattere a 250 km/h all'uscita dal Raidillon dopo che aveva perso il controllo della sua Force India in quanto era andato con due ruote sul cordolo esterno fradicio. Charlie Whiting, direttore di corsa, ha fatto esporre la bandiera rossa, mentre Sutil vantava il quinto tempo assoluto, mentre Hekki Kovalainen non aveva ancora fatto un giro per risparmiare le gomme per la fine del secondo turno. Alla ripresa della sessione mancavano poco più di sei minuti con la pista che si stava asciugando rapidamente dopo un brevissimo scroscio: Alonso ha concluso primo davanti ad Hamilton protagonista di una toccata con Maldonado all'uscita della Bus Stop. Il pilota della Williams ha pensato bene di restituire deliberatamente una ruota a Lewis dopo l'Eau Rouge frantumando l'ala della McLaren: il venezuelano merita un provvedimemto sanzionatorio! Anche questa sessione ha mietuto una vittima famosa: Jenson Button non ha fatto meglio del 13. tempo ed è stato escluso isieme a Kovalainen, Maldonado, Sutil, Barrichello, Kobayashi e Buemi. Button era stato improvvidamente ai box dalla squadra nel momento in cui la pista stava migliorando. Spa non ha certo deluso le attese, mettendo in rilievo ancora una volta di essere davvero l'università da corsa. FORMULA 1, Spa-Francorchamps, 27/08/2011 Prove ufficiali 1. Sebastian Vettel - Red Bull-Renault - 1'48"298 2. Lewis Hamilton - McLaren-Mercedes - 1'48"730 3. Mark Webber - Red Bull-Renault - 1'49"376 4. Felipe Massa - Ferrari - 1'50"256 5. Nico Rosberg - Mercedes - 1'50"552 6. Jaime Alguersuari - Toro Rosso-Ferrari - 1'50"773 7. Bruno Senna - Lotus Renault - 1'51"121 8. Fernando Alonso - Ferrari - 1'51"251 9. Sergio Perez - Sauber-Ferrari - 1'51"374 10. Vitaly Petrov - Lotus Renault - 1'52"303 Eliminati al termine della Q2: 11. Sebastien Buemi - Toro Rosso-Ferrari - 2'04"692 12. Kamui Kobayashi - Sauber-Ferrari - 2'04"757 13. Jenson Button - McLaren-Mercedes - 2'05"150 14. Rubens Barrichello - Williams-Cosworth - 2'07"349 15. Adrian Sutil - Force India-Mercedes - 2'07"777 16. Pastor Maldonado - Williams-Cosworth - 2'08"106 17. Heikki Kovalainen - Team Lotus-Renault - 2'08"354 Eliminati al termine della Q1: 18. Paul Di Resta - Force India-Mercedes - 2'07"758 19. Jarno Trulli - Team Lotus-Renault - 2'08"773 20. Timo Glock - Virgin-Cosworth - 2'09"566 21. Jerome d'Ambrosio - Virgin-Cosworth - 2'11"601* 22. Vitantonio Liuzzi - HRT-Cosworth - 2'11"616* 23. Daniel Ricciardo - HRT-Cosworth - 2'13"077* 24. Michael Schumacher - Mercedes - senza tempo* * Non rientrano nel 107%

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Articolo di tipo Ultime notizie
Tag immatricolazioni