Fotogallery: 11 piloti che sono diventati grandi dopo aver lasciato la F1

condividi
commenti
Fotogallery: 11 piloti che sono diventati grandi dopo aver lasciato la F1
Redazione
Di: Redazione
28 dic 2018, 09:56

La maggior parte dei piloti inizia la propria carriera con l'intenzione di raggiungere la Formula 1, ma per molti il Circus diventa solo un trampolino di lancio per il successo in altri campionati.

Alcuni piloti di questa lista sono andati talmente bene in altri campionati, che forse non ricorderete neanche che erano passati per la Formula 1. Ricordatevi di cliccare sulla versione completa dell'articolo se non riuscite a vedere tutti i contenuti.

Scorrimento
Lista

Nelson Piquet Jr.

Nelson Piquet Jr.
1/11

Foto di: Alessio Morgese

Il brasiliano arrivò in F1 giovane e con la speranza di eguagliare i successi del padre, tre volte campione del mondo, ma lasciò la F1 dopo appena due stagioni ed in seguito al Singapore Gate del 2008. Dopo aver corso in NASCAR e nel Rallycross, è stato il primo campione di Formula E.

Stéphane Sarrazin

Stéphane Sarrazin
2/11

Foto di: LAT Images

La sua unica gara in F1 è stata nel 1999 con la Minardi ad Interlagos e si è conclusa con un incidente. Successivamente ha diversificato molto i suoi impegni, correndo con la Subaru nel WRC, correndo 17 volte la 24 Ore di Le Mans e alcune gare anche in Formula E.

Bernd Schneider

Bernd Schneider
3/11

Foto di: LAT Images

Dopo essere passato dalla Formula 1 senza gloria, la sua sorte è cambiata quando è entrato a far parte della famiglia Mercedes, diventando cinque volte campione del DTM. Ha vinto anche il titolo nell'ITC e nel FIA GT con il marchio tedesco, del quale ora è ambasciatore.

Scott Speed

Scott Speed
4/11

Foto di: GEPA Pictures

Nel 2006, la Toro Rosso mise la parola fine a 13 stagioni senza un pilota americano sulla griglia della F1. Appena un anno dopo, però, ha cacciato Speed a metà campionato. A quel punto Scott è tornato negli Stati Uniti, dove ha tentato la fortuna nella NASCAR e alla 500 Miglia di Indianapolis. I suoi successi però sono arrivati nel Rallycross, nel quale è stato campione per ben tre volte.

Gabriele Tarquini

Gabriele Tarquini
5/11

Foto di: LAT Images

Il 56enne italiano ha disputato 78 Gran Premi di Formula 1. Ma è stato con le vetture turismo che ha fatto le cose migliori, diventando campione del mondo per ben due volte, l'ultima nel 2018.

Jean-Louis Schlesser

Jean-Louis Schlesser
6/11

Foto di: LAT Images

Il francese è ricordato soprattutto per le due vittorie con la Mitsubishi alla Dakar che per la sua carriera in F1, dove il suo più grande "risultato" è stato quello di impedire alla McLaren di vincere tutte le gare del 1988, con il famosissimo incidente con Ayrton Senna a Monza.

Alessandro Zanardi

Alessandro Zanardi
7/11

Foto di: LAT Images

Con la Lotus aveva fatto un punto in F1, ma la gloria è arrivata nella CART, negli Stati Uniti, con la conquista dei titoli 1997 e 1998. Dopo l'incidente in cui ha perso le gambe nel 2001, ha continuato la sua carriera in diverse categorie, ma soprattutto è diventato un grande atleta paralimpico, collezionando diverse medaglie.

Hans-Joachim Stuck

Hans-Joachim Stuck
8/11

Foto di: Rainer W. Schlegelmilch

Anche se Stuck è salito sul podio due volte in F1, questi risultati sono stati offuscati da quelli che ha ottenuto nelle corse endurance e turismo: un titolo nel DTM, due vittorie alla 24 Ore di Le Mans ed un Mondiale Endurance dimostrano ciò che era capace di fare.

Sébastien Bourdais

Sébastien Bourdais
9/11

Foto di: Steven Tee / LAT Images

Ha corso e vinto nella Champ Car tra il 2003 ed il 2007, cosa che gli è valsa la firma con la Toro Rosso. Dopo un breve periodo in F1, è tornato in Indycar, dove continua ad essere uno dei piloti più importanti. Ha anche vinto la 24 Ore di Le Mans con una Ford nella classe GTE-Pro, oltre alla 24 Ore di Daytona.

Yannick Dalmas

Yannick Dalmas
10/11

Foto di: LAT Images

Dalmas ha vinto quattro volte la 24 Ore di Le Mans nel anni '90, con quattro costruttori ed otto compagni di squadra differenti. Tuttavia, la sua carriera in F1 è stata meno brillante, ma ha corso con piccole scuderie come la Larrousse e la AGS.

Emanuele Pirro

Emanuele Pirro
11/11

Foto di: LAT Images

Pirro è andato a punti appena due volte in quasi tre stagioni in F1. Il suo vero terreno di conquista è stato Le Mans, con ben cinque vittorie assolute alla 24 Ore. Ma anche nelle competizioni turismo ha portato a casa successi a raffica per l'Audi.

Informazioni di Lewis Duncan, Kyran Gibbons, Piotr Magdziarz e Craig Woollard

Articolo successivo
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Formula 1
Autore Redazione