Webber decisamente contrario al bagnato artificiale

condividi
commenti
Webber decisamente contrario al bagnato artificiale
Di: Matteo Nugnes
04 mar 2011, 11:32

Mark ha attaccato: "Due maestri come Clark e Senna si rivolterebbero nella tomba!"

Se da una parte la Pirelli sembra aver accolto con entusiasmo la proposta di Bernie Ecclestone di provare ad organizzare un Gp di Formula 1 con la pista bagnata artificialmente, dall'altra parte cominciano ad arrivare i primi commenti negativi. Il primo pilota ad intervenire sulla questione è stato Mark Webber, ma c'era anche da aspettarselo perchè l'australiano non si è mai tirato indietro quando sentiva la necessità di dire la propria opinione sui tempi importanti del Circus. "Io dico no e poi no!" ha detto alla BBC. "E' vero che le gare spesso sono più emozionanti quanto la pista è bagnata, ma questo deve accadere naturalmente". E per argomentare la sua tesi, il pilota della Red Bull ha scomodato dei mostri sacri della guida sotto la pioggia: "Basta provare a pensare a Jim Clark, Jackie Stewart ed Ayrton Senna, dei maestri sul bagnato. Jackie è ancora qui, ma gli altri due si rivolterebbero nella tomba al pensiero di avere irrigatori e tubazioni in fila attorno alla pista". Il messaggio sembra piuttosto chiaro...
Prossimo articolo Formula 1
La Ford ritira la causa contro la Ferrari

Previous article

La Ford ritira la causa contro la Ferrari

Next article

Pirelli propone di usare le prove libere per dei test

Pirelli propone di usare le prove libere per dei test

Su questo articolo

Serie Formula 1
Piloti Mark Webber
Autore Matteo Nugnes
Tipo di articolo Ultime notizie