Vettel: "Pensare di dominare sarebbe un errore"

Il tedesco teme che i nuovi regolamenti possano aver un po' livellato la Formula 1

Vettel:
Il 2012 è l'anno che potrebbe far entrare definitivamente Sebastian Vettel nell'olimpo della Formula 1. Quest'anno il tedesco andrà a caccia del suo terzo titolo iridato, ma ormai ci ha abituati a vederlo sempre con i piedi ben salti a terra. Non a caso, nel giorno della presentazione della Red Bull RB8, ci ha tenuto a precisare che una stagione come il 2011 è un qualcosa quasi irripetibile. "Guarderemo sempre al 2011 pensando quanto sia stato un anno speciale per noi. Ma, essendo onesti, non possiamo iniziare la stagione con l'aspettativa di riuscire a ripetere un'impresa del genere" ha esordito Sebastian. "Sarebbe sbagliato approcciarsi alla nuova stagione pensando che quanto accaduto nel 2011 debba succedere di nuovo, prendendo la leadership fin dalle prime gare grazie ad un grande gap nei confronti dei nostri avversari. Neanche lo scorso anno avevamo iniziato pensando di poterci riuscire, quindi è giusto ragionare in questi termini" ha proseguito argomentando la sua tesi. Anzi, secondo lui le novità regolamentari introdotte quest'anno porteranno un livellamento generale: "Guardando alla vettura, il regolamento non sembra aver lasciato troppo spazio alla fantasia dei nostri tecnici. Negli ultimi due anni ci hanno portato via due grandi novità: prima il diffusore doppio e poi gli scarichi soffianti. Per questo credo che quest'anno sia più difficile riuscire ad inventare qualcosa capace di fare la differenza. Ovviamente speriamo di avere ancora la monoposto migliore, ma sappiamo che non sarà facile. Le vetture mi sembrano tutte abbastanza simili, quindi credo i distacchi saranno minori rispetto al passato".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Sebastian Vettel
Articolo di tipo Ultime notizie