Alonso: "La Red Bull resta la favorita"

Lo spagnolo comunque non sembra deluso dall'esito delle qualifiche di oggi

Alonso:
Quarto posto per Fernando Alonso e quinto per Felipe Massa: questo il verdetto delle qualifiche del Gran Premio d’Europa per la Scuderia Ferrari Marlboro. E’ stata una qualifica molto serrata, con i primi sei della griglia di partenza racchiusi in sette decimi di secondo. Fernando ha utilizzato due treni di Prime nella prima sessione, uno di Option nella seconda e due nella terza. Diversa la strategia del suo compagno di squadra, che ha girato già in Q1 con le Option (seconda serie di giri dopo la prima con le Medium) e poi ha effettuato i primi run in Q2 e Q3 con le Soft già impiegate nella sessione precedente. Stefano Domenicali:Tutto sommato è stata una buona qualifica. Abbiamo lottato fino all’ultimo con la McLaren per un posto fra i primi tre e l’hanno spuntata loro per un soffio. Certo, a posteriori, guardando i tempi settore per settore, possiamo dire che avevamo il potenziale per mettere entrambe le macchine in seconda fila ma sappiamo quanto sia difficile fare il giro perfetto su un tracciato come questo. Nelle prove ufficiali delle ultime quattro gare siamo sempre riusciti a piazzare almeno un pilota nelle prime due file, il che rappresenta un progresso rispetto alla prima metà della stagione. Anche il distacco dai migliori si è ridotto, pur considerando che le caratteristiche dei circuiti magari possono averci favorito, ma vuol dire anche che stiamo andando nella giusta direzione in termini di sviluppo della vettura, anche se dobbiamo dare un’ulteriore accelerazione. Domani sarà una gara molto incerta: ovvio che c’è un favorito ma non penso che il verdetto sia necessariamente già scritto. Abbiamo visto sempre delle gare più lottate rispetto alle qualifiche e non ci sono ragioni perché non accada altrettanto domani. Il podio? Penso che potremo lottare per questo obiettivo. Sarà importante gestire nella maniera migliore ogni situazione che possa crearsi durante la gara”. Fernando Alonso:Non penso che sia stata una qualifica deludente, magari al di fuori della squadra si erano create delle aspettative ma noi eravamo perfettamente consapevoli della situazione. L’obiettivo era lottare con la McLaren e lo abbiamo centrato. Magari speravamo di essergli davanti invece ci ritroviamo in mezzo ai loro due piloti. Non mi aspettavo che il minimo cambiamento regolamentare introdotto qui potesse mutare l’ordine delle cose e, infatti, non è accaduto: la Red Bull era e resta la favorita. Vedremo se a Silverstone, dove il cambiamento sarà più significativo, succederà qualcosa ma bisogna essere consapevoli che tutti o quasi avranno una perdita di prestazione. Nel secondo tentativo in Q3 stavo cercando di recuperare in ogni modo ma, una volta realizzato che il mio tempo era più lento rispetto al tentativo precedente, ho preferito rientrare ai box e salvaguardare quel treno di gomme Option per quanto possibile. Secondo me domani potremo assistere a diverse scelte strategiche in termini di soste ai box. Il nostro obiettivo è un posto sul podio e abbiamo la possibilità di raggiungerlo. Il lavoro di sviluppo della vettura sta procedendo bene ma sappiamo di aver accumulato un ritardo importante dal punto di vista aerodinamico, valutabile in termini di tempo in circa due o tre mesi. Non è facile recuperare ma faremo di tutti per riuscirci”. Felipe Massa:Non è stata una qualifica facile anche se il quarto e il quinto posto non costituiscono certamente un brutto risultato. Forse gli altri, in particolare la McLaren, sono riusciti a trovare qualcosa in più fra le prove libere e le qualifiche mentre la Red Bull è sempre rimasta molto forte, come era prevedibile. Nelle ultime tre gare siamo stati più competitivi e il nostro obiettivo è di continuare su questa strada. Dobbiamo spingere sullo sviluppo della macchina, anche perché l’anno prossimo le regole saranno più o meno uguali quindi tutto il lavoro che facciamo adesso potrà esserci d’aiuto anche a lungo termine. Con la nuova mescola Medium oggi siamo stati più in difficoltà rispetto a ieri: forse il tracciato più gommato e la temperatura più elevata non hanno giocato in nostro favore su questo fronte. Sarà interessante vedere quali strategie si sceglieranno per la gara: non credo che sia possibile fare una sola sosta, come accadeva lo scorso anno". Pat Fry:E’ stata una qualifica molto interessante e combattuta. Il ritardo nei confronti dei migliori è, più o meno, quello che ci potevamo aspettare alla vigilia, considerato che questo tracciato presenta delle caratteristiche un po’ diverse rispetto a Montreal, dove eravamo più vicini alla vetta. In particolare, nell’ultimo settore paghiamo un po’ dazio, sia rispetto alla Red Bull sia nei confronti della McLaren: del resto, è lì che l’efficienza aerodinamica della vettura conta di più ed è quella l’area in cui più dobbiamo migliorare. Ora dobbiamo concentrarci sulla gara, sapendo che sarà lunga e ricca di eventi, come spesso accade su un circuito cittadino. Rispetto al solito c’è un’incognita in più, legata al rendimento sulla distanza della mescola Medium, introdotta qui in gara per la prima volta. Onestamente credo che nessuno abbia raccolto dati sufficienti per dire cosa succederà domani su questo fronte”.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Fernando Alonso , Felipe Massa
Articolo di tipo Ultime notizie