Una voce dall'aldilà libera Bruno Senna

Una voce dall'aldilà libera Bruno Senna

La mamma Viviane racconta un episodio che l'ha convinta a permettere al figlio di correre

Mancano pochi giorni al via del Mondiale di Formula 1 2012 e bisogna dire che leggere il nome Senna accostato a quello della Williams fa un certo effetto. La mente ritorna inevitabilmente al 1994, quando sulla monoposto di Sir Frank c'era il grande Ayrton, fino a quel tragico 1 maggio ad Imola. A salire sulla FW34 a Melbourne sarà Bruno, nipote di Ayrton, ma per il brasiliano non è stato facile convincere la mamma Viviane a dargli il via libera per proseguire nella carriera di pilota. Dopo la scomparsa del fratello, infatti, era molto restia a rischiare anche la vita del figlio. In un'intervista rilasciata alla Tv Globo, Viviane ha raccontato un avvenimento decisamente particolare che l'ha convinta a cambiare idea: "Ero in una camera d'albergo, quando ho sentito una voce dirmi che stavo pregiudicando la vita di mio figlio. L'unica cosa che non volevo per mio figlio era pregiudicare la sua vita".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Bruno Senna
Articolo di tipo Ultime notizie