La Red Bull sta già smontando per tornare a casa

La Red Bull sta già smontando per tornare a casa

Horner: "Abbiamo individuato i problemi, dovrebbero essere risolvibili per il Bahrein"

I test di Jerez de la Frontera si sono conclusi anticipatamente per la Red Bull. La squadra campione del mondo in carica ha vissuto quattro giorni davvero da incubo, girando pochissimo a causa di problemi legati all'installazione della power unit Renault. Basta pensare che Sebastian Vettel e Daniel Ricciardo sono riusciti a mettere insieme 21 giri in tutto. Davvero troppo pochi. Questa mattina la RB10 è scesa in pista con una nuova feritoia sulla carrozzeria che doveva servire a ridurre i rischi di surriscaldamento, ma poi un problema meccanico non ancora specificato ha costretto Ricciardo a fermarsi nuovamente. Per questo la squadra ha deciso di fare ritorno a Milton Keynes per iniziare a rimboccarsi le maniche in vista del prossimo test in Bahrein. "E' stato un test molto difficile. Abbiamo avuto parecchi problemi legati alla Renault, ma anche al raffreddamento del telaio, che ci hanno impedito di fare dei progressi. Tuttavia, nonostante i pochi chilometri messi insieme, siamo riusciti ad individuare i problemi e dovrebbero essere risolvibili da qui al Bahrein. Parte dello scopo di questo primo test era quello di scoprire eventuali problemi prima dell'inizio della stagione, ora quindi ci aspetterà molto lavoro nelle prossime settimane" ha detto il team principal Christian Horner.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Articolo di tipo Ultime notizie