Barcellona, Day 1: l'ultima zampata è di Rosberg

Barcellona, Day 1: l'ultima zampata è di Rosberg

Con le gomme medie il tedesco ha preceduto Raikkonen, Alonso e Vettel, tutti sotto all'1'23"

Come si era già visto anche a Jerez un paio di settimane fa, i minuti conclusivi della giornata sono stati molto accesi, con diversi piloti che hanno piazzato la loro migliore prestazione proprio prima che calasse la bandiera a scacchi sulla prima giornata dei test collettivi di Barcellona. Dopo aver risolto i problemi che lo avevano bloccato in mattinata, Nico Rosberg è riuscito a piazzare la Mercedes W04 davanti a tutti realizzando un crono di 1'22"616 con le gomme a mescola media. Pochi istanti più tardi Kimi Raikkonen ha provato rispondergli calzando gli stessi pneumatici, ma si è fermato a 7 millesimi di distacco con la sua Lotus E21. Nel finale poi è arrivato anche il miglioramento di Fernando Alonso, sceso fino ad un crono di 1'22"952 con le medium. Lo spagnolo ha recuperato in parte il tempo perduto con l'assenza ai test di Jerez ed ha messo insieme la bellezza di 110 tornate al volante della sua Ferrari F138, risultando il pilota più attivo della giornata. Dopo aver comandato fino ad un'ora dal termine, dunque, Sebastian Vettel è scivolato in quarta posizione, riuscendo anche lui però ad infrangere il muro dell'1'23" in 1'22"965, ottenuto con le gomme a mescola media. Va detto però che il campione del mondo era riuscito a spingere la sua Red Bull RB9 ad un tempo simile anche con le hard. La top five si completa con la Williams FW35 di Pastor Maldonado, il cui esordio va quindi considerato assolutamente positivo sia a livello prestazionale che di affidabilità, visto che il venezuelano ha messo insieme la bellezza di 86 tornate, chiudendo però con un passivo di oltre 1" dalla vetta. Oltre a lui l'ultimo ad essere sceso sotto al muro dell'1'24" è stato Daniel Ricciardo con la Toro Rosso STR8. Seguono poi la McLaren MP4-28 di Sergio Perez e la Sauber C32 di Esteban Gutierrez, che nel pomeriggio si sono concentrati soprattutto sui long run. Il messicano ha anche provocato una delle due bandiere rosse della giornata, rimanendo fermo in pista durante una prova di consumo di carburante. Più preoccupante quella procurata da Charles Pic, la cui Caterham CT03 è stata fermata da un problema meccanico che gli ha impedito di tornare in pista per tutto il resto della giornata. Questo ha permesso a Max Chilton di saltargli davanti con la sua Marussia MR02, montando però delle gomme a mescola morbida. FORMULA 1, Barcellona, 19/02/2013 Prima giornata di test collettivi (classifica finale) 1. Nico Rosberg – Mercedes – 1'22"616 – 54 giri 2. Kimi Raikkonen – Lotus-Renault – 1'22"623 – 44 3. Fernando Alonso – Ferrari – 1'22"952 – 110 4. Sebastian Vettel – Red Bull-Renault – 1'22"965 – 66 5. Pastor Maldonado – Williams-Renault – 1'23"733 – 86 6. Daniel Ricciardo – Toro Rosso-Ferrari – 1'23"884 – 73 7. Sergio Perez – McLaren-Mercedes – 1'24"124 – 77 8. Paul Di Resta – Force India-Mercedes – 1'24"144 – 82 9. Esteban Gutierrez – Sauber-Ferrari – 1'25"124 – 68 10. Max Chilton – Marussia–Cosworth – 1'26"753 – 65 11. Charles Pic – Caterham-Renault – 1'27"534 – 49

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Nico Rosberg
Articolo di tipo Ultime notizie