Hamilton si scusa con Koba: "Colpa mia al 100%"

Dopo aver rivisto le immagini dell'incidente, Lewis si è preso le sue responsabilità su Twitter

Hamilton si scusa con Koba:
A caldo Lewis Hamilton non sembrava sentirsi particolarmente colpevole per l'incidente che ha messo fine al suo Gp del Belgio. Anzi, il pilota britannico è parso piuttosto convinto di essere lui ad essere stato colpito da un avversario: "Ero davanti al mio concorrente, sono stato urtato e così la mia gara è finita. Non so di preciso cosa sia successo. Ma le corse sono così" aveva detto in un primo momento. Queste dichiarazioni non hanno fatto piacere a Kamui Kobayashi, che si è visto sbarrare la strada dall'ex campione del mondo, che ha finito per urtarlo ed andare a sbattere contro le protezioni: "Sono rimasto sulla mia linea, sulla sinistra, e mi sono sorpreso nel vedere che anche lui, dal centro della pista, si è spostato a sinistra. Cosa dovevo fare? finire nel prato?". Il giapponese della Sauber deve aver fatto venire qualche dubbio in più sulla sua presunta innocenza al pilota della McLaren, che a quel punto è corso a vedere le immagini tv e successivamente si è scusato per l'accaduto via Twitter, ammettendo le proprie colpe. "Dopo aver rivisto le immagini in tv ho capito che è stata colpa mia al 100%. Non gli ho dato abbastanza spazio. Mi scuso con Kamui e con il mio team, che meritava molto di più da me" è stato il "tweet" pubblicato da Lewis poche ore dopo.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Lewis Hamilton , Kamui Kobayashi
Articolo di tipo Ultime notizie
Tag auto giapponesi