Singapore, Libere 2: le Red Bull fanno il vuoto

Singapore, Libere 2: le Red Bull fanno il vuoto

Dietro a Vettel e Webber le Mercedes sono ad oltre 1". Alonso è addirittura sesto a quasi 1"5

Le Red Bull brillano nella notte di Singapore: ancora una volta le RB9 escono dalle prove libere del venerdì con i galloni di grandi favorite, dopo che nella seconda sessione di prove libere hanno dimostrato di poter affrontare al meglio il tracciato cittadino di Marina Bay sia utilizzando la configurazione da gara che quella da qualifica. E' stato con il passaggio alle gomme a mescola supersoft però che Sebastian Vettel è riuscito a fare una differenza davvero clamorosa, piazzando un 1'44"249 con cui ha distanziato di ben 604 millesimi anche il compagno di squadra Mark Webber, che è stato l'unico a scendere sotto il muro dell'1'45" oltre a lui, nonostante si sia anche reso protagonista di una leggera toccata con il muretto della penultima curva. Dal terzo in giù i distacchi diventano addirittura abissali, con le due Mercedes di Nico Rosberg e Lewis Hamilton che hanno chiuso entrambe distanziate di poco più di un secondo, anche se sul passo di gara sembrano essere leggermente più vicine. La top five si completa poi con la Lotus di Romain Grosjean, che si è issata al quinto posto anche se ha girato poco a causa di un problema con l'impianto frenante. Continuano a faticare, e parecchio, le Ferrari: Fernando Alonso si è dovuto accontentare del sesto tempo a quasi 1"5 da Vettel, mentre Felipe Massa è addirittura 15esimo ad oltre 2"5. La F138 non sembra proprio digerire le curve strette di Singapore e quindi per il pilota spagnolo il sogno di continuare ad infastidire il leader della classifica iridata rischia di andare in fumo definitivamente. Buona poi la prova di Jenson Button, che ha inserito la sua McLaren davanti alla Lotus di Kimi Raikkonen, che non ha mai amato particolarmente questa pista, come dimostrato dal fatto che è una delle poche sulla quale non è mai salito sul podio, ma che pare piuttosto veloce con le gomme a mescola media (forse è il più vicino alle Red Bull con il carico di carburante). La top ten poi si completa con Adrian Sutil e Sergio Perez. Da segnalare un paio di errori di troppo di Pastor Maldonado, che si è reso protagonista di due "dritti", andando anche a danneggiare l'ala anteriore della sua Williams. Parlando di gomme invece non si può notare che, almeno per oggi, la differenza tra le due mescole portate dalla Pirelli è stata decisamente superiore rispetto al secondo e mezzo che era stato stimato dall'azienda italiana. FORMULA 1, Singapore, 20/09/2013 Seconda sessione di prove libere 1. Sebastian Vettel - Red Bull-Renault - 1'44"249 - 34 giri 2. Mark Webber - Red Bull-Renault - 1'44"853 - 30 3. Nico Rosberg - Mercedes - 1'45"258 - 34 4. Lewis Hamilton - Mercedes - 1'45"368 - 33 5. Romain Grosjean - Lotus-Renault - 1'45"411 - 18 6. Fernando Alonso - Ferrari - 1'45"691 - 32 7. Jenson Button - McLaren-Mercedes - 1'45"754 - 30 8. Kimi Raikkonen - Lotus-Renault - 1'45"778 - 32 9. Adrian Sutil - Force India-Mercedes - 1'46"002 - 27 10. Sergio Perez - McLaren-Mercedes - 1'46"002 - 31 11. Daniel Ricciardo - Toro Rosso-Ferrari - 1'46"406 - 34 12. Jean-Eric Vergne - Toro Rosso-Ferrari - 1'46"429 - 33 13. Paul di Resta - Force India-Mercedes - 1'46"606 - 33 14. Nico Hulkenberg - Sauber-Ferrari - 1'46"808 - 36 15. Felipe Massa - Ferrari - 1'46"870 - 33 16. Esteban Gutierrez - Sauber-Ferrari - 1'47"287 - 29 17. Valtteri Bottas - Williams-Renault - 1'47"434 - 33 18. Pastor Maldonado - Williams-Renault - 1'47"761 - 25 19. Giedo van der Garde - Caterham-Renault - 1'49"434 - 34 20. Charles Pic - Caterham-Renault - 1'49"526 - 34 21. Max Chilton - Marussia-Cosworth - 1'49"619 - 33 22. Jules Bianchi - Marussia-Cosworth - 1'49"731 - 30

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Sebastian Vettel
Articolo di tipo Ultime notizie