Webber e Vettel ancora ai ferri corti

Webber e Vettel ancora ai ferri corti

Mark attacca: "Niente male per una seconda guida". Sebastian risponde: "Se si ritiene tale a me va benissimo"

Dopo l'incidente di Istanbul sembrava essere tornato il sereno in casa Red Bull, ma Mark Webber non ne vuole proprio sapere di recitare il ruolo della seconda guida. Dopo le qualifiche, il pilota australiano aveva già fatto capire chiaramente di non aver gradito la scelta della squadra di far utilizzare la nuova ala anteriore solamente a Sebastian Vettel, ma la polemica pare non essersi placata neanche dopo la sua vittoria, anzi. Il messaggio che Mark ha lanciato alla squadra subito dopo aver tagliato il traguardo, infatti, è stato molto sibillino: "Fantastico ragazzi! Niente male per un pilota numero 2, vero?". E nelle dichiarazioni post-gara è arrivato addirittura a dire di non essere troppo convinto di aver fatto la scelta giusta a rinnovare con la squadra di Milton Keynes: "Non avrei mai firmato un contratto per l'anno prossimo se avessi saputo che sarei stato trattato in questo modo. Credo che quanto è accaduto non sarebbe dovuto succedere. Ora io continuerò a fare quello che faccio sempre e spero sia sufficiente. Alla lunga, però, non può andare avanti così". Inevitabile la reazione di Sebastian Vettel sulla frase del pilota numero 2: "Ho la mia opinione al riguardo, ma preferisco tenermela per me. Io pretendo e do rispetto, ma se lui si ritiene una seconda guida a me va benissimo". Insomma, in Red Bull il clima è tutt'altro che disteso...

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento Gran Premio di Gran Bretagna
Circuito Silverstone
Piloti Mark Webber , Sebastian Vettel
Articolo di tipo Ultime notizie