Vettel: la strategia cambiata in corsa non paga

Vettel: la strategia cambiata in corsa non paga

Il tedesco ha spiegato che la Red Bull ha optato per due sole soste dopo il primo pit stop

Vedersi sfuggire una vittoria a cinque giri dal termine non deve essere facile da digerire. Quello che si presenta in conferenza stampa, infatti, è un Sebastian Vettel piuttosto deluso dal risultato finale del Gp della Cina, sicuramente penalizzato da un errore di strategia della Red Bull, che ha deciso di fargli dare solo due soste contro le tre del vincitore Lewis Hamilton. La gara del campione del mondo in carica comunque si è messa in salita fin dai primi metri, con una brutta partenza che lo ha fatto scivolare dal primo al terzo posto: "Sicuramente la partenza non è stata tra le migliori di quest'anno. La parte sinistra della pista è sembrata essere peggiore di quella di destra, anche per il fatto che poi la prima curva gira proprio a destra. Una volta che mi hanno superato le McLaren sono stato paziente e forse ho trattato le gomme meglio degli altri nel primo stint". Anche nel primo pit stop poi c'è stata una sorpresa, con il leader Button che ha sbagliato piazzola, passando proprio per quella della Red Bull: "Sarei potuto rimanere fuori anche qualche giro in più, ma probabilmente non aveva senso, anche se sono rimasto stupito quando ho visto che Button si era sbagliato e si era fermato sulla mia piazzola. Per fortuna però questa situazione non ci ha fatto perdere terreno". Dopo il pit le cose sembravano mettersi bene, visto che la sua RB7 era uscita nuovamente davanti a tutti, ma poi il muretto della squadra di Milton Keynes ha commesso l'errore di cambiare la strategia. Un errore pagato nell'ultimo stint con il sorpasso di Hamilton: "In ogni caso quando siamo ripartiti ero primo e a questo punto abbiamo deciso di impostare la strategia sulle due soste, con un secondo stint un pò più lungo. Nell'ultimo stint, con le gomme dure, ho capito subito che Hamilton si poteva avvicinare. Ho cercato di difendermi il più possibile, cercando di non perdere troppo terreno anche sulle vetture che ci seguivano, ma poi Lewis ha trovato il varco per superarmi. Comunque sono arrivato secondo e sono felice del risultato perchè è stata una gara dura, anche a causa di un leggero problema al KERS". Infatti, dopo aver spiegato di aver accusato un problemino anche di comunicazione con la radio, il tedesco ha lanciato anche una frecciatina al suo muretto: "Mark ha fatto una gran rimonta, dimostrando che avevamo un ottimo passa. Purtroppo, una volta cambiata strategia ho potuto solo fare una gara d'attesa. C'è poco da dire: se la strategia non funziona, c'è poco da fare".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Articolo di tipo Ultime notizie