Baldisserri: "Perez a volte è troppo aggressivo"

Il responsabile della FDA traccia un bilancio di questa prima parte di 2012

Baldisserri:
Sono trascorsi tre mesi dall’avvio della stagione agonistica 2012 che vede i piloti Ferrari Driver Academy impegnati su più fronti. I primi riscontri arrivati dalle categorie che spaziano dal karting alla Formula 1 sono stati ottimi, ed hanno confermato la validità del lavoro svolto durante i mesi invernali. Lo scorso fine settimana Sergio Perez ha disputato una bella corsa sul circuito di Montreal, conclusa al terzo posto grazie ad una condotta di gara molto buona su tutti i fronti. Nello stesso weekend Brandon Maisano ha colto la sua prima vittoria stagionale nel campionato Italiano di Formula 3, portandosi al secondo posto nella classifica generale. Risultati prestigiosi, che si aggiungono alle sei vittorie ottenute finora da Raffaele Marciello nella Formula 3 Europea, ai primi successi ottenuti in karting da Lance Stroll ed alle ottime performance evidenziate da Jules Bianchi in Formula Renault 3.5. Luca Baldisserri, responsabile del programma Ferrari Driver Academy, ha commentato positivamente il primo bilancio della stagione 2012, iniziando dalla grande prova di Sergio Perez nel Gran Premio del Canada di Formula 1. “Dopo Montecarlo abbiamo fatto il punto della situazione insieme a Sergio – ha rivelato Baldisserricercando di identificare le ragioni dei risultati al di sotto delle aspettative arrivati dopo il Gran Premio di Malesia. Il talento di Perez non è in discussione, ma spesso a tradirlo è stato un eccesso di aggressività che, specialmente in Formula 1, non sempre porta riscontri positivi. La corsa di Montreal è stata una grande risposta, una gara nella quale Sergio ha evidenziato una performance velocistica molto buona, ma anche una notevole capacità di gestione che gli ha permesso di rimanere in pista cinquanta giri con lo stesso set di pneumatici”. Poche ore prima che Perez salisse sul podio di Montreal, Brandon Maisano ha conquistato il suo primo successo stagionale nella seconda delle tre gare disputate dalla Formula 3 Italiana sul circuito del Mugello. “E’ una vittoria molto importante per Brandon – ha confermato Baldisserriperché nel gruppo dei piloti FDA Maisano era quello che finora era apparso sotto tono. Sono convinto che questo successo servirà non solo alla classifica, ma anche a sbloccarlo psicologicamente. Peccato che in gara-3 sia stato ostacolato da un altro pilota, un episodio che gli è costato punti importanti nella classifica di campionato. Il trend di crescita sembra comunque aver imboccato la giusta direzione”. Raffaele Marciello ha iniziato il 2012 andando anche oltre le attese della vigilia, ma Baldisserri sottolinea come la strada per raggiungere gli obiettivi sia ancora molto lunga: “Marciello ha ottenuto finora dei risultati prestigiosi in un contesto estremamente competitivo come quello della Formula 3 Europea. Il suo bilancio di sei vittorie è ottimo, ma siamo solo nella prima parte della stagione. Il nostro compito oggi è quello di lavorare per evitare che possa pagare dei cali di concentrazione. Siamo contenti della crescita evidenziata da ‘Lello’, ma sarebbe un grosso errore pensare di essere giunti ad un punto di arrivo. I risultati devono servire da stimolo per dare sempre di più, soprattutto giovani che sono ancora a metà del loro cammino nelle formule propedeutiche”. Nelle tre gare disputate finora dal campionato Formula Renault 3.5, Jules Bianchi è stato decisamente sfortunato. Il team ha commesso degli errori, e ci sono state diverse circostanze sfavorevoli che hanno visto il pilota francese incolpevole vittima. “Jules ha confermato una performance all’altezza delle aspettative – ha confermato Baldisserrima per tanti motivi non è riuscito a tradurre il suo potenziale in una buona posizione nella classifica di campionato. La squadra ha commesso degli errori, ad iniziare dalla squalifica per una piccolo ma cruciale dettaglio tecnico che ha escluso Bianchi dalla prima gara di Alcaniz. Attendiamo ora l’esito dell’appello: se il verdetto sarà positivo, la classifica di Jules ne beneficerebbe in modo molto positivo. Mancano comunque molte gare al termine della stagione, e sono convinto che ci sia tutto quello che serve per ritrovare Jules nelle posizioni che merita”. Il viaggio nei campionati dove Ferrari Driver Academy è attivamente impegnata sul campo, termina nel mondo del karting, dove il tredicenne canadese Lance Stroll ha evidenziato grandi progressi. “Lance ha iniziato a vincere – conferma Baldisserridiventando uno dei piloti di riferimento nella classe KF3. Le vittorie fanno piacere, ma siamo contenti soprattutto per il trend di crescita che Stroll ha evidenziato con la performance e la condotta di gara. Ha solo tredici anni, e tanta strada davanti a sé, però finora il lavoro fatto insieme a Lance è stato sempre molto proficuo, un aspetto che fa ben sperare per il futuro”.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Articolo di tipo Ultime notizie