Hamilton: "La pausa arriva nel momento peggiore"

La McLaren avrebbe bisogno di lavorare per chiudere il gap da Red Bull e Ferrari

Hamilton:
Lewis Hamilton pensa che non sarebbe potuto esserci momento peggiore per la pausa estiva dal punto di vista della McLaren. Nelle ultime due gare le MP4-25 hanno infatti evidenziato un evidente ritardo non solo dalle Red Bull, ma anche dalle Ferrari. Dunque, questo sarebbe stato il momento di rimboccarsi le maniche e provare a migliorare la monoposto, sfruttando le quattro settimane di buco che separano la gara di Budapest da quella di Spa-Francorchamps, ma la serrata estiva imposta quest'anno non lo permetterà. "Non c'è niente da fare, in questo periodo si sospende tutto. Gli altri sono in una buona posizione e possono permettersi di andare in vacanza con una macchina competitiva, che sarà ancora lì ad aspettarli al loro ritorno. Noi ovviamente avremmo voluto poter migliorare la nostra vettura in questo periodo, ma non potremo" ha detto l'inglese. Nonostante tutto, Lewis non ne vuole sapere di darsi per vinto, infatti ricorda a tutti che, anche se la sua vettura non è mai stata la più veloce del lotto, fino a domenica scorsa c'era lui in testa alla classifica del campionato. "Se gli altri avessero finito tutte le gare dove le hanno cominciate saremmo lontanissimi in classifica, ma non è andata così" ha aggiunto Hamilton. "Loro hanno avuto diversi problemi di affidabilità, ma anche delle incomprensioni, e noi siamo stati bravi a capitalizzarli. Ora quindi dobbiamo cercare di fare più punti possibile e sperare che gli altri abbiamo più problemi di affidabilità rispetto a noi".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Lewis Hamilton
Articolo di tipo Ultime notizie