Alonso soddisfatto dei miglioramenti visti pomeriggio

Alonso soddisfatto dei miglioramenti visti pomeriggio

Massa invece si è preso un bello spavento con l'uscita di pista alla Parabolica

Il sole ha illuminato la prima giornata di prove dell’ottantunesima edizione del Gran Premio d’Italia, la sessantunesima valida per il Campionato del Mondo di Formula 1. Il weekend della Scuderia Ferrari Marlboro è cominciato con un’intensa giornata di lavoro, in pista e ai box. Felipe Massa e Fernando Alonso hanno percorso quasi cento giri al volante della F10, con lo spagnolo che ne ha completati 56 e il brasiliano che si è fermato a 42, avendo dovuto rinunciare all’ultima serie prevista a causa dei danni riportati in un’uscita di pista alla Parabolica. “Ho avuto un tuffo al cuore quando Felipe è finito nella ghiaia: per fortuna non è andato a sbattere contro le barriere perché la velocità della sua monoposto era ancora piuttosto elevata” – ha raccontato Stefano Domenicali – “Peccato, perché stava migliorando il suo tempo anche se sappiamo che il risultato del venerdì conta poco o nulla. Quello che è importante è che abbiamo potuto raccogliere i dati che ci servivano per preparare le nostre macchine nella maniera migliore. Questo è un appuntamento importante per noi, sia perché si tratta della nostra gara di casa sia perché siamo tutti consapevoli della situazione nei due campionati. Cercheremo di fare il massimo, per noi e per i nostri tifosi, ma sappiamo che abbiamo di fronte degli avversari forti”. Felipe Massa:Alla fine della seconda sessione ho provato ad imitare Kimi e a fare un po’ di rally … Battute a parte, in quell’uscita di pista ho avuto davvero fortuna. Stavo facendo il mio miglior tempo quando mi sono ritrovato nella scia di Michael alla Parabolica e sono uscito fuori pista: ho tenuto l’acceleratore schiacciato nella speranza di riuscire ad evitare l’impatto con le barriere e ce l’ho fatta, così sono rientrato subito ai box. Purtroppo, la macchina ha riportato qualche danno così ho dovuto rinunciare all’ultima parte del programma. Tutto sommato, è stata comunque una buona giornata, in cui siamo costantemente cresciuti. Avevamo tanto lavoro da fare e, all’inizio, abbiamo un po’ sofferto ma poi abbiamo trovato un buon assetto e, alla fine, ero abbastanza soddisfatto della mia vettura. Abbiamo imparato tanto sul comportamento della F10 e ora ci sono tanti dati da analizzare per prepararci nella maniera migliore per un appuntamento così importante come la gara di casa della Scuderia”. Fernando Alonso:Siamo soddisfatti del lavoro svolto in queste due sessioni di prove libere. Abbiamo provato diverse configurazioni aerodinamiche e ora dovremo valutare attentamente i dati per fare le giuste scelte per domani e domenica. Quando si deve girare su questa pista c’è bisogno di poco carico aerodinamico ma bisogna trovare il giusto compromesso, soprattutto per non pregiudicare la stabilità in frenata: è vero che la velocità di punta è importante ma non è tutto. Fra una sessione e l’altra abbiamo apportato diverse modifiche alla monoposto che sembrano essere andate nella giusta direzione ma dobbiamo tenere presente che abbiamo girato anche con diversi quantitativi di benzina. Abbiamo già visto che i risultati del venerdì molto spesso vengono ribaltati il sabato quindi non voglio assolutamente fare previsioni. Dobbiamo rimanere concentrati su noi stessi e fare il massimo domani in qualifica e, soprattutto, domenica in gara. Non sarà facile, perché ancora una volta si è vista una Red Bull molto competitiva ed una McLaren che sembra mantenere i favori del pronostico”.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento Gran Premio d'Italia
Circuito Monza
Piloti Fernando Alonso , Felipe Massa
Articolo di tipo Ultime notizie