La HRT rinuncia alla protesta sui diffusori

La HRT rinuncia alla protesta sui diffusori

La FIA ha garantito a Kolles che troverà rapidamente una soluzione al problema

Il tema degli scarichi che soffiano nei diffusori anche quando il motore è in rilascio continua ad essere uno dei più caldi anche a Montecarlo, ma se non altro, il rischio di una protesta ufficiale da parte della HRT sembra essere svanito. La squadra di Josè Carabante è rimasta una delle poche che ancora non dispone di questo tipo di tecnologia, quindi il modo in cui l'argomento è stato trattato dalla FIA alla vigilia della gara di Barcellona non è andato giù al team principal Colin Kolles: la Federazione prima ha parlato dell'illegalità di questa soluzione, concendendo però poi una deroga ad utilizzarla almeno fino alla riunione del gruppo di lavoro tecnico fissata per il 16 giugno a Silverstone. Per questo Kolles aveva minacciato di avviare una protesta ufficiale se le cose non fossero cambiate a Montecarlo. Tuttavia, grazie ad un contatto diretto con il presidente della FIA la situazione sembra essere rientrata: Jean Todt ha garantito al team principal della HRT che la Federazione farà tutto il possibile per risolvere la questioni in tempi rapidi e in cambio Kolles ha dato la sua disponibilità ad attendere appunto fino alla riunione del 16 giugno. "Ora posso dire con certezza che non faremo alcuna protesta" ha detto Kolles ad Autosport. "Ci è stato chiesto di attendere ancora un po', ma siamo sicuri che la FIA reagirà nella maniera corretta".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Articolo di tipo Ultime notizie