Kobayashi si arrende ad un anno "in panchina"

Il giapponese ha raccolto circa 8 milioni di euro e ora inizierà subito la ricerca di un volante per il 2014

Kobayashi si arrende ad un anno
Con la firma di Romain Grosjean per la Lotus, Kamui Kobayashi sembra essersi arreso di fronte all'impossibilità di ottenere un volante in Formula 1 nella stagione 2013. Nonostante la sua raccolta fondi gli abbia consentito di mettere insieme la bellezza di circa otto milioni di euro, i tempi molto stretti non gli hanno permesso di intavolare una trattativa ed oggi l'ex pilota della Sauber ha ammesso di essersi arreso all'idea di non essere in Formula 1 l'anno prossimo. "Ero nella posizione di mettere insieme almeno otto milioni di euro. Se si considera il poco tempo che ho avuto a disposizione, bisogna dire che c'è stata una grande reazione da parte delle compagnie giapponesi, che hanno dimostrato di avere ancora un grande potenziale" ha detto Kamui tramite il suo sito ufficiale. "Sfortunatamente però il tempo a disposizione era davvero poco e non sono riuscito ad assicurarmi una vettura competitiva per il 2013. Devo ammettere che sono davvero triste per i miei tifosi e per le compagnie che volevano supportarmi, ma resto fiducioso che qualcosa possa accadere in ottica 2014" ha aggiunto. E il suo obiettivo ora è appunto quello di assicurarsi un posto in Formula 1 nel 2014: "Ora devo cominciare a guardare a quale potrà essere la miglior opzione per il 2013, ma anche per il 2014. La priorità è trovare un volante competitivo in Formula 1 per il 2014: non mi interessa correre in altre categorie. Comunque farò un annuncio appena avrò preso una decisione riguardo al 2013".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Kamui Kobayashi
Articolo di tipo Ultime notizie