Il terremoto blocca l'attività della Ferrari

Il terremoto blocca l'attività della Ferrari

Sospeso il lavoro di Alonso al simulatore e mandati a casa tutti i dipendenti

Ad appena poche ore dal terzo gradino del podio conquistato nel Gp di Monaco, che gli ha permesso di portarsi solitario in vetta alla classifica del Mondiale di Formula 1, Fernando Alonso si è recato a Maranello per cominciare a preparare il Gp del Canada. Nella giornata di ieri il due volte iridato ha osservato il lavoro di Davide Rigon, mentre oggi sarebbe toccato a lui sedersi al simulatore per valutare alcune novità in vista di Montreal. La scossa di terremoto che ha nuovamente colpito l'Emilia questa mattina, con epicentro proprio nei pressi di Modena, ha però fermato i lavori negli stabilimenti di Maranello. La notizia ha iniziato a circolare su Twitter, dove inizialmente gli uomini del Cavallino hanno annunciato di aver percepito la scossa, ma che in fabbrica sembrava tutto ok: "Un'altra scossa di terremoto vicino Modena, avvertita nel Nord Italia. Qui in fabbrica tutto sembra a posto...". Successivamente sono arrivati anche gli auguri del caso a tutte le persone coinvolte: "Speriamo che sia lo stesso dappertutto, in particolare nell'area già colpita dalla precedente scossa...". Infine, una quarantina di minuti fa, è arrivato l'annuncio della sospensione dell'attività lavorativa: "Dopo il terremoto, l'attività lavorativa è stata sospesa per permettere a tutti di raggiungere le loro famiglie". Quasi in contemporanea, Alonso ha confermato a sua volta di aver interrotto il lavoro al simulatore: "Dopo il terremoto il team ha deciso di fermare le attività, quindi ora torniamo tutti a casa" ha "twittato".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Fernando Alonso
Articolo di tipo Ultime notizie